Guida per anziani: cosa fare a Milano nel fine settimana

È naturale che con l’inverno aumenti la voglia di trascorrere il proprio tempo in posti chiusi, al caldo e al riparo dal gelo della stagione. Molti, tuttavia, nutrono comunque la voglia di compiere qualche attività ricreativa durante il fine settimana. Allora perché non visitare i musei e i monumenti della propria amata Milano?

Di seguito riporteremo numerose idee adatte agli anziani di come trascorrere il weekend; sono tutte attività che possono essere svolte in totale autonomia, con la propria famiglia o, qualora la condizione dell’anziano lo richiedesse, in compagnia di una delle numerose badanti a Milano.

Riscoprire Santa Maria delle Grazie

Questo santuario situato nel cuore di Milano, raggiungibile con le linee metropolitane M1 e M2 e situato nei pressi della fermata Cadorna, fu edificato tra il 1492 e il 1493 per volere del Duca di Milano Ludovico il Moro come mausoleo per la propria famiglia.

Questa basilica fu classificata come patrimonio dell’umanità dall’Unesco insieme con il prestigioso affresco del Cenacolo di Leonardo da Vinci che si trova nel refettorio del convento. Grazie a scienziati, critici d’arte e restauratori accorsi da tutto il mondo, è stato possibile riscoprire l’originalità del dipinto che era stata manomessa a causa degli innumerevoli ritocchi inadeguati alle peculiari caratteristiche dell’artista Leonardo da Vinci.

Ad esempio, è stato riscoperto il buco di un chiodo piantato nella testa del Cristo dall’artista stesso per tracciare la prospettiva della scena. Questa ed altre numerose particolarità possono essere osservate ad occhio nudo facendovi visita di persona; poiché la visita al Cenacolo è molto richiesta vi suggeriamo di prenotare i vostri biglietti con largo anticipo e di recarvi sul luogo per tempo.

Una passeggiata nei musei del Castello Sforzesco

Il Castello Sforzesco rappresenta uno dei principali simboli di Milano e della sua storia. Questo fu costruito per volontà di Francesco Sforza sui resti di una precedente fortificazione nota come Castrum Porte Jovis (Castello di porta Giovia o Zobia).

Durante gli anni ha subito numerose trasformazioni, fino all’ultimo restauro in stile storicista eseguito da Luca Beltrami tra il 1890 e il 1905. Attualmente è possibile visitare tutto il Castello, ripercorrendo tutti gli ambienti di origine sforzesca, dalle sale ducali, occupate ora dal museo di Arte Antica, alla sala delle Asse, progettata da Leonardo da Vinci. È possibile programmare la propria visita attraverso uno dei numerosi percorsi didattici. Infatti il Castello Sforzesco non offre solo musei, ma ospita anche due percorsi segreti, visitabili solo accompagnati dalle guide e dal personale di custodia:

  • La strada coperta della Ghirlanda, non indicata alle persone che soffrono di claustrofobia
  • I camminamenti delle Merlate, sconsigliati a coloro affetti da problemi motori o cardiaci

Per la visita vi consigliamo di munirvi di un paio di scarpe comode, di una torcia, e di prenotare online tutti gli ingressi.

Visitare la Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca fu aperta al pubblico nel 1809 e si trova nell’omonimo quartiere, nel quale hanno sede anche altre istituzioni culturali quali la Biblioteca Braidense, l’Osservatorio Astronomico, l’Orto Botanico e l’Accademia di Belle Arti.

La Pinacoteca di Brera è accessibile agli anziani con disabilità e mobilità ridotta, infatti, oltre ad offrire un ingresso servito da ascensore, mette a disposizione presso la biglietteria due carrozzine elettriche, così da rendere più agevole e gradevole la visita.

L’immancabile visita al Duomo di Milano

Questa cattedrale, simbolo non solo del capoluogo lombardo ma anche dell’Italia stessa, è dedicata a Santa Maria Nascente. Il Duomo di Milano risulta essere la terza tra le chiese cattoliche più grandi al mondo, dopo San Pietro in Vaticano e la cattedrale di Siviglia.

È possibile prenotare numerose tipologie di visite presso la famosa chiesa milanese, tra le più sensazionali di certo vi è la passeggiata sulle guglie del Duomo. Questa è consentita anche alle persone disabili o munite di carrozzina, in quanto l’accesso alla cima della chiesa è possibile sia attraverso le scale sia attraverso l’ascensore. Con questa passeggiata potrete godere del panorama di tutta la città ed innamorarvi, ancora una volta, di essa.

Alla scoperta del cimitero monumentale

Il Cimitero Monumentale di Milano, raggiungibile con l’omonima fermata della linea metropolitana M5, è il grande cimitero cittadino che si estende nei pressi del centro della città. Questo immenso cimitero fu progettato dall’architetto Carlo Maciachini ed avviato alla costruzione nel 1864. Da allora il Monumentale è stato arricchito di innumerevoli sculture funerarie di genere classico e contemporaneo, quali templi greci, obelischi ed altre opere originali come ad esempio la versione ridotta della Colonna di Traiano.

Questo cimitero ospita la sepoltura di illustri personaggi storici, quali Alessandro Manzoni e Carlo Cattaneo, all’interno del Famedio, una voluminosa costruzione in stile neo-medievale. Per questo Museo a cielo aperto sono disponibili delle visite guidate gratuite con le quali sono proposti percorsi storico-artistici generali che includono i monumenti più significativi dedicati a personaggi di grandi famiglie milanesi e percorsi a tema collegati a eventi in programma nella città o a richiesta da parte di gruppi.

Poiché vi è una numerosa affluenza vi suggeriamo di prenotare con largo anticipo la vostra visita così da non incorrere in sgradevoli inconvenienti dovuti alle troppe prenotazioni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Guida per anziani: cosa fare a Milano nel fine settimana Guida per anziani: cosa fare a Milano nel fine settimana ultima modifica: 2017-01-27T10:43:03+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook27Share on Google+2Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone