Civitella d’Agliano. Francesco Vassallo ucciso per errore. Addio a “baffi di ferro”

Un terribile incidente di caccia è costato la vita a Francesco Vassallo, 67 anni di Civitella d’Agliano. La tragedia si è consumata a Graffignano nel Viterbese. Ad uccidere il sessantenne è stato un colpo di fucile nel corso di una battuta di caccia. Vassallo è stato colpito per errore da un compagno che non lo avrebbe visto in mezzo alla fitta vegetazione di località Cordigliano.

Gravemente ferito all’addome sul fianco destro

Sono stati i compagni di battuta a chiamare i soccorsi che sono risultati vani. Ferito all’addome sul fianco destro, il sessantenne aveva perso troppo sangue. E’ rimasto in vita per pochi minuti. A sparare un compagno di Graffignano, 74 anni, indagato per omicidio colposo.

Vassallo era molto conosciuto a Civitella

Lo chiamavano amichevolmente “Baffi di ferro”. Lascia nel dolore e lo sconforto la moglie e 2 figlie trentenni che abitano in casa dei genitori, nelle campagne civitellesi a San Sebastiano.

Squadra di caccia al cinghiale

Vassallo faceva parte della squadra di caccia al cinghiale di San Martino di Graffignano. Il settantenne non avrebbe visto Vassallo nella fitta vegetazione, sparando per errore. I Carabinieri hanno ritrovato il bossolo e individuato il punto da cui il colpo è partito.

0
SHARES
0