La provincia di Brindisi tra tradizioni e sapori da scoprire ogni giorno dell’anno

Per chi ama viaggiare, riscoprire le antiche testimonianze storiche, venire a contatto con la natura, le tradizioni ed i sapori, una delle mete immancabili è la provincia di Brindisi dove il turismo è davvero destagionalizzato. I flussi turistici, naturalmente preminenti durante il periodo estivo, non si fermano mai. Brindisi è bella da vedere tutto l’anno.

Si può optare per un tour alternativo sia in automobile che in bicicletta. Si può trovare facilmente la soluzione ideale sul web, dove sono attivi anche comodi servizi di parcheggio low cost all’aeroporto di Brindisi. Si avrà modo di lasciare l’auto, prendere una bici e pianificare un percorso alla scoperta del Salento.

brindisi-porto

L’antica via Appia Traiana

C’è un detto molto noto: “Tutte le strade portano a Roma“. In effetti è così poichè durante l’Impero Romano furono realizzate “vie” che dagli estremi e dalle periferie del mondo allora conosciuto portavano all’Urbe. L’Italia è il luogo dove le stradi consolari sono maggiormenete presenti e meglio conservate. Una di queste è l’antica via Appia Traiana che collegava Roma a Brindisi.

Si può partire da Fasano per un tuffo nel passato. Lungo il percorso si incontra tra gli altri il tempietto longobardo di Seppannibale, testimonianza di una storia millenaria. La terra di Puglia racchiude in se diverse civilità che si sono susseguite nei secoli lasciando le loro tracce arhitettoniche e culturali.

Via Appia

Da Brindisi a Grottaglie si può ripercorrere l’antica strada romana alla scoperta di Mesagne con il suo Castello normanno-svevo, il Parco Archeologico Muro Tenente a Latiano e il quartiere delle ceramiche a Grottaglie.

Dune Costiere e Civiltà Rupestre

Un viaggio tra storia e natura alla scoperta del Parco naturale regionale Dune Costiere di Torre Canne – Torre San Leonardo. Qui è possibile seguire il “Percorso Ciclabile della Civiltà Rupestre“. Un tour da fare in bicicletta approfittando anche di un clima mite tutto l’anno.

Via dei Normanni

L’imperatore Carlo V ha fatto erigere numerose torri costiere, simbolo, insieme ai numerosi castelli del suo potere e baluardi a protezione e controllo del territorio. Nel Brindisino sono ancora oggi visibili e in buono stato di conservazione. Rappresentano la testimonianza della civiltà Normanna di cui Brindisi è anche figlia.

Via Murgia dei Trulli

Uno dei simboli pugliesi sono le tradizionali abitazioni. I Trulli sono un gioiello architettonico e fanno parte del paesaggio circostante. Visitare Brindisi offre la possibilità di rimanare incantati dalla “civiltà della pietra“, da come i contadini abbiano bonificato il terreno dalle pietre costruendo i Trulli. Addentrandosi nelle campagne si scopre l’Acquedotto Pugliese con i suoi vecchi tratturi, le vie di transito di una civiltà contadina operosa che regala ai pugliesi e ai visitatori prodotti unici da mettere sulla tavola.

La via dei Pellegrini

Brindisi terra di fede e di intensa religiosità popolare. Numersi i gioielli visitabili. Degni di nota l’imponente e magnifica Basilica Cattedrale di Oria ma anche luoghi di culto più piccoli ma ugualmente affascinanti come la Chiesa di San Pietro in Crepacore, piccolo tempio bizantino.

0
SHARES
0