Rimini. Madre e padre riempiono di calci e pugni la figlia bisessuale

La vittima di questa brutto episodio di violenza e omofobia è una ragazza di 20 anni accusata dai genitori per la relazione sentimentale intrattenuta con un’altra giovane.

Choc a Rimini

I genitori hanno definito la figlia “malata” per via della sua bisessualità. Dalle offese sono passati alle vie di fatto. La madre di 43 anni e il padre di 49 anni sono stati denunciati per maltrattamenti e lesioni. A denunciare l’accaduto alla Procura di Rimini sono stati i medici del 118, che hanno preso in cura la giovane.

La Procura deve verificare le accuse della ventenne che avrebbe riferito ai sanitari di diverse volte in cui i genitori l’avrebbero riempita di calci e pugni. Dopo averla sorpresa a parlare in modo intima con un’altra ragazza, l’avrebbero anche minacciata di morte.

0
SHARES
0