Usa. Trump loda Obama: “Una gran brava persona”. Ma farà di testa sua su Cina e Iran

La democrazia statunitense è quella che divide e unisce. Tutti insieme per un solo grande Paese. Così dopo un’accesa battaglia si depongono le armi. Donald Trump è entrato per la prima volta alla Casa Bianca da presidente designato per incontrare l’uscente Barack Obama.

“Una gran brava persona”

Il magnate tesse le lodi del presidente democratico durante l’incontro con la stampa a conclusione della riunione con Obama.

“Se Trump avrà successo, noi avremo successo”

Così l’inquilino dello studio ovale si congeda dopo 8 anni passando il testimone al nuovo numero uno. E’ l’inizio della transizione di poteri che si concretizzerà il 20 gennaio 2017.

Affrontati temi delicati

Donald Trump vuole ritirare gli USA dagli accordi commerciali e dalle alleanze militari che non ottengano per il Paese migliori condizioni. Si è impegnato a fare venire meno sia l’accordo di Parigi per la riduzione delle emissioni di carbonio, che quello stretto dall’amministrazione Obama con l’Iran sul nucleare.

Barack Obama ha suggerito al suo successore di evitare strappi drastici in politica internazionale e di ponderarne le possibili conseguenze. Il tycoon ha ascoltato ma alla fine sarà lui a decidere assumendosi la sua responsabilità di presidente.

obama-trump

0
SHARES
0