Usa2016. Il presidente Trump tende la mano a Putin: “cercheremo alleanze”

Gli USA cambiano e il primo discorso del neo presidente è chiaro, quasi una mano tesa alla Russia “cercheremo alleanze, non conflitti, nel mondo” rivendica Donald Trump. Vladimr Putin ha subito raccolto l’invito annunciando una nuova collaborazione con il neo presidente (leggi qui). La Nato si è subito appellata a Trump “richiamandolo”.

“Gli Stati Uniti andranno d’accordo con tutti”

Il presidente punta a trovare accordi con “coloro che vorranno andare d’accordo con noi”. Donald Trump spiega che il lavoro “insieme ci porterà alla ricostruzione della nostra Nazione e al rinnovamento del sogno americano”.

“Uomini e donne che lavorano duro”

Trump ha subito marcato le distanze dai repubblicani parlando di un “movimento incredibile costituito da milioni di donne e uomini”. E ha posto l’accento sul tema del lavoro. “Solo con un duro lavoro si può creare un futuro migliore per sé e per le proprie famiglie”.

Un discorso di riconciliazione. “Un movimento formato da americani di tutte le razze – ha affermato – religioni e credo che vogliono rispettare il nostro governo che è al servizio del popolo. Gli uomini e le donne dimenticati di questo Paese non lo saranno più”.

trump

0
SHARES
0