Vespolate choc. Cinquantenne vedovo soffoca il figlio disabile poi apre il gas

Dramma familiare nella bassa novarese in un condominio di corso Garibaldi a Vespolate. Un uomo di 50 anni ha tolto la vita al figlio disabile e ha provato a suicidarsi. L’uomo era da poco vedovo. La madre del ragazzo è deceduta un anno e mezzo addietro a causa di un tumore.

Uccide il figlio soffocandolo

L’omicidio è avvenuto mentre il ragazzo dormiva. Il padre l’ha soffocato e poi ha provato a togliersi la vita con il gas. Il cinquantenne aveva paura che il figlio sarebbe rimasto senza assistenza alla sua morte. L’omicida è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale a Novara.

Per il ragazzo non c’è stato nulla da fare

L’uomo è ricoverato all’ospedale Maggiore in gravi condizioni. I Carabinieri hanno posto sotto sequestro l’abitazione ed eseguito i rilievi per accertare con esattezza quanto accaduto.

Il ventenne durante la settimana era affidato a una struttura della provincia e tornava a casa dal padre solo per alcuni giorni.

0
SHARES
0