Cerignola, in fuga dai Carabinieri morti a Canosa i trentenni Mario Saccotelli e Nico Mansi

Ancora vittime dopo un inseguimento delle forze dell’ordine. E’ successo a Roma nella scorse ore. E’ accaduto anche in Puglia sulla Provinciale 231 all’altezza di Canosa di Puglia. Le 2 vittime erano su un’auto che è andata a sbattere sul guard rail e in seguito si è ribaltata. I 2 uomini di Cerignola sono morti all’istante.

Inseguiti dai Carabinieri

Gli uomini non si sarebbero fermati ad un alt dei Carabinieri dandosi alla fuga ad altissima velocità. A Cerignola non si sarebbero fermati all’alt. Nella fuga, all’altezza di Canosa di Puglia, avrebbero perso il controllo dell’auto.

Indaga la Polizia Stradale di Bari

Sul posto sono sopraggiunti anche i Carabinieri di Cerignola che li inseguivano e i Vigili del Fuoco di Barletta. Nell’auto sarebbe stata ritrovata una borsa con arnesi da scasso. Sull’incidente mortale indaga la PolStrada di Bari.

Le vittime sono di Cerignola

A perdere la vita Mario Saccotelli e Nico Mansi. I 2 uomini di 36 anni, con precedenti penali, pare stessero fuggendo a bordo dell’auto di Mansi inseguiti dai Carabinieri di Cerignola. Hanno imboccato l’ex 98 superando Canosa di Puglia e giunti ad uno svincolo hanno perso il controllo finendo prima sul guard rail e poi fuori strada morendo sul colpo.

0
SHARES
0