Torino, restauro per gli apparati decorativi interni della Chiesa di Santa Croce

La Giunta Appendino ha dato il via libera al progetto esecutivo per il restauro degli apparati decorativi interni della Chiesa di Santa Croce, in piazza Carlo Emanuele II. E’ il secondo lotto per un valore complessivo di lavori di all’incirca 870 mila euro, somma a cui contribuisce la Compagnia di San Paolo con 207 mila euro.

Il cantiere

Il cantiere interesserà le decorazioni della cupola, del tamburo e della lanterna. Verranno svolti interventi all’impianto di illuminazione e sistemati alcuni serramenti. La delibera porta la firma dell’assessora comunale alla cultura.

Nel 1848 il plesso fu trasformato in ospedale militare e dopo un lungo periodo di degrado, la chiesa fu riaperta al culto nel settembre 1927, al termine di operazioni di restauro. La Giunta ha approvato interventi per il restauro del Mausoleo della Bela Rosin – in particolare per il risanamento delle murature e della pavimentazione –  e per eseguire lavori al Monte dei Cappuccini, nell’area del Convento dei Frati minori, stanziando 500 mila euro che saranno reperiti attraverso l’accensione di un mutuo.

0
SHARES
0