La filiera multiregionale delle Bacche di Goji a Bio.it e Golosaria Milano

Quattro giorni meneghini per il Goji Italiano, tra i protagonisti di Golosaria Milano, giunta alla sue XI edizione, in programma dal 5 al 7 novembre al Mi.Co.-Milano Congressi. Una vetrina di brand del food e del wine scelte da Paolo Massobrio e Marco Gatti, abbinati a partner di primo piano.

A Golosaria il Goji Italiano

Il Goji Italiano è la filiera multiregionale delle Bacche di Goji bio e “made in Italy” composta da svariate aziende meridionali delle Rete di Imprese Lykon “LYKION” presieduta da Rosario Previtera. Tutti i visitatori potranno degustare gli smoothies e i frullati di goji fresco, il “Gojito” (infuso alcolico alle bacche di Goji Italiano) e le nuove conserve e confetture nutraceutiche di Goji Italiano.

Anteprima di presentazione

I nuovi prodotti saranno presentati a stampa, ristoratori e buyers a Milano venerdì 4 novembre alle 18 presso il ristorante BIO.IT collocato sotto le Torri del Bosco verticale (Via Confalonieri, 8 Isola Porta Nuova).

Previsti gli interventi di Rosario Previtera e gli chef Enzo Cannatà ed Anna Aloi coordinati da Francesco Condoluci, caporedattore della rivista VDG Magazine – I viaggi del gusto . Verranno descritte le proprietà del Goji Italiano, le ultime innovazioni delle ricerche scientifiche sulle caratteristiche salutistiche del Goji e le nuove confetture e conserve nutraceutiche e i possibili abbinamenti in cucina. Nella serata previsti assaggi al Goji Italiano preparati dallo chef Ersilio Montella di BIO.IT.

anteprima-golosaria-bio-it-milano-conferenza-stampa-copia

Cooking Show del Goji Italiano

Il Goji Italiano sarà presente presso lo stand 47 di Golosaria. Appuntamento clou il Cooking Show del Goji Italiano domenica 6 novembre alle 14 presso il Livello 0 di Golosaria (Area Show cooking), dal titolo: “La civiltà del benessere: il goji e la felicità” in collaborazione con la filiera multiregionale del Goji Italiano. Con l’executive chef Enzo Cannatà e la presentatrice Anna Aloi. Filo conduttore “Dal cibo le civiltà”. Lo chef executive Enzo Cannatà ed Anna Aloi di “Acasa Tua.tv” presenteranno un variegato menu a base di bacche di Goji dall’antipasto al dessert grazie: Tartare di tonno su letto di misticanza con Bacche fresche bio di Goji Italiano e crostino di pane antico, Risotto Carnaroli di Sibari al gambero rosso di Mazara con Bacche fresche bio di Goji Italiano e mandorle selvatiche italiane, Crema chantilly al Goji Italiano con spuma di Greco di Bianco D.O.C.

invito-cooking-show-golosaria-2016-copia

Gli studi del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Urbino

Il presidente della Rete di Imprese Lykion spiega come il valore nutraceutico delle bacche di Goji Italiano e delle sue conserve e confetture “è ulteriormente acclarato grazie alle ricerche universitarie in atto”. L’agronomo Rosario Previtera rileva che sul web, alcuni articolisti che amano essere in controtendenza, provano a sminuire “il valore nutraceutico delle Bacche di Goji le quali invece, se ottenute da una filiera certificata bio e controllata, come nel caso del Goji Italiano, costituiscono l’apporto alimentare più importante al mondo soprattutto dal punto di vista della capacità antiossidante contro i radicali liberi“. Il presidente rimarca che la “rete” opera in stretta sinergia con diverse università su programmi di ricerca specifici. “Il Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Urbino, – informa Previtera – ha tracciato il profilo ORAC ovvero la capacità antiossidante delle bacche di Goji Italiano, ottenendo risultati eccezionali per quanto concerne le quantità di polifenoli e di antiossidanti liberi e legati contenuti anche nelle conserve e nelle confetture. Per cui è dimostrato che poche dosi giornaliere di bacche fresche di Goji Italiano o di confettura riescono a soddisfare il fabbisogno in antiossidanti dell’organismo umano”.

bacche-di-goji-italiano-fresche

Il test ORAC

Saranno presentate a Milano le nuove conserve e confetture nutraceutiche ad alto contenuto in antiossidanti totali, con antiossidanti “liberi” subito biodisponibili, e con antiossidanti “legati” cioè liberabili dalla flora intestinale. Tutti prodotti con certificazioni Bio, Vegan ok e Mun-Marchio Unico Nazionale a totale garanzia del consumatore e che possono soddisfare la necessità di 3.000-5.000 unità ORAC (μmolTE/ 100g) giornaliere da introdurre nell’organismo con effetto antiossidante contro i radicali liberi ma anche con altre funzioni salutistiche.

Il test ORAC sulle bacche di Goji Italiano ha consentito di definire una quantità in unità ORAC superiore a 3.100 per le bacche fresche e superiore a 20 mila per le stesse bacche essiccate. Tali dati confermano gli studi finora già conosciuti e diffusi e si riferiscono agli antiossidanti cosiddetti liberi maggiormente biodisponibili. Il picciolo della bacca è stato analizzato, in quanto edibile, e presenta anch’esso valori interessanti che ci spingono a consigliarne l’utilizzo ad esempio nell’insalata. Il picciolo presenta quasi le stesse unità ORAC della bacca se considerato fresco e supera le 14.000 quando essiccato. Considerando pertanto tutti gli antiossidanti ovvero quelli subito biodisponibili e quelli “legati” che verranno liberati durante la digestione, si sono ottenuti i seguenti valori di unità ORAC (in μmolTE/100g): Confettura extra di Bacche fresche e bio di Goji Italiano: 31.000; Confettura extra di Bacche fresche e bio di Goji Italiano e Zucca gialla bio: 20.400; Confettura extra di Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP e Bacche fresche e bio di Goji Italiano: 30.000; Intrigo Rosso, filetti sott’olio di Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP e Bacche fresche e bio di Goji Italiano: 8.550. A tali prodotti va aggiunta un’altra esclusiva produzione nutraceutica: la Marmellata extra di bergamotto bio con Bacche fresche e bio di Goji Italiano. Prodotti da utilizzare a colazione, a pranzo e a cena, come contorno durante ogni pasto o come snack. Quando l’alimentazione giornaliera prevede la carne, accade che nel plasma del sangue la quantità di antiossidanti si annulli o vada “in negativo”. L’abitudine di accompagnare le carni a contorni costituiti da verdure, contribuisce a ristabilire di poco il livello di unità ORAC. Accompagnare invece l’assunzione di carni alla confettura di Goji Italiano o alla conserva sott’olio di cipolla e Goji Italiano significa recuperare immediatamente i livelli di antiossidanti e determinarne un valore più che positivo. L’abbinamento delle confetture di Goji Italiano con i formaggi invece, contribuisce a tenere sottocontrollo il livello di colesterolo nel sangue che viene apportato dai latticini. E per finire, le quantità di polifenoli presenti nel Goji, oltre all’effetto antiossidante, determinano benefici al metabolismo cellulare e dell’organismo in genere; si considerino poi le elevate quantità di nutrienti ed oligoelementi (ipocalorici) di gran lunga superiori a quelli di altri alimenti, a parità di peso.

le-confetture-da-scoprire-di-goji-italiano-copia

Golosaria Milano 2016 rappresenterà un momento di visibilità per le bontà italiane ma anche per l’innovazione in cucina e per le produzioni nutraceutiche e biologiche.

Per info: info@gojiitaliano.com – Lo SPOT 2016 – #Gojiitaliano

Su FB: GOJI Italiano e #Gojiitaliano – Su G+: Goji Italiano – Su You Tube: Goji Italiano

Sito web: www.gojiitaliano.com

Rete di Imprese “LYKION” per la Filiera multiregionale del GOJI ITALIANO

Via Nazionale, 668 – 89018 Villa San Giovanni (RC)

Tel. 0965/79.43.23 (dal lun a ven dale 9,30 alle 13,30) – rete.lykion@gojiitaliano.com

1
SHARES
1