Halloween Inter, dolcetto o De Boer?

Che figuraccia. L’Inter in mano agli stranieri sta facendo una magra figura “ostaggio” dei giocatori (vedi Icardi), in grado di litigare con Mancini e ripiegare su De Boer. Una società asiatica che non ha nemmeno l’idea di cosa significhi il blasone dell’Internazionale. Milano rimpiange Moratti.

De Boer sui carboni ardenti

Esonero si. Esonero no. Il ko con la Samp sembrava avere segnato la fine dell’agonia. L’esonero sembrava cosa fatta per dare una scossa all’ambiente. Tutto però si è fermato in attesa del benestare dal lontano Oriente.

Tentazione Vecchi

La squadra potrebbe essere affidata a Stefano Vecchi, mister della Primavera. Il tempo di Frank De Boer a meno che sia tutto uno scherzetto di Halloween. Contro il Southampton ancor avanti con l’olandese?

L’Inter è all’undicesimo posto (14 punti in 11 gare). Ha totalizzato 4 sconfitte in 5 partite. Leonardo, Blanc, Pioli, Guidolin. Chiunque purché arrivi l’esonero. Poi la rifondazione della rosa con giocatori da Inter e infine (primo punto) il ritorno di Moratti.

0
SHARES
0