Terremoto 6.1, il sindaco Falcucci: “Si è aperta la terra, c’è fumo, un disastro”

Agghiacciante quanto scrive il sindaco di Castelsantangelo, Mauro Falcucci: “Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che è un disastro! Si è aperta la terra, c’è fumo,un disastro. Spero che i testoni che erano rimasti a Santangelo si siano spostati nella notte”.

Terremoto magnitudo 6.1

La scossa delle 7.41 è stata registrata ad una profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria. E’ stato avvertito distintamente in tutto il Centro Italia. Gente in strada anche a Roma.

Le località prossime all’epicentro, informa la Protezione civile, sono Castelsantangelo, Norcia e Preci.

0
SHARES
0