Castrovillari, rubano pigne denunciati 5 romeni provenienti da Salerno

Per i 5 stranieri, tutti provenienti dal Salernitano, è scattata la denuncia a piede libero per furto aggravato. A scoprirli sono stati gli uomini del Corpo forestale dello Stato di Castrovillari in collaborazione con i reparti di Morano e Civita.

Asportavano strobili comunemente chiamate pigne

Stavano rubando pigne da alcune piante di pino, attività praticata senza le dovute autorizzazioni. Due gli interventi che hanno portato all’individuazione dei trasgressori. Il primo a Morano Calabro in località “Mazzicanino” , all’interno del Parco Nazionale del Pollino dove sono stati fermati i primi 2 uomini intenti a trafugare le pigne, pronte per essere caricate a bordo di un’auto. Inutile la fuga a piedi. Sono stati rintracciati e fermati dagli stessi forestali nelle vicinanze del centro abitato.

Il secondo intervento in località “Conca del Re” di Castrovillari, dove altri 3 romeni sono stati colti in flagranza mentre raccoglievano gli strobili in una proprietà privata su alcune piante. Per entrambi i casi si è proceduto al sequestro del materiale trafugato sistemato in alcuni sacchi (oltre 10 quintali), degli automezzi in loro possesso e carichi di tale materiale oltre ad alcune aste uncinate e ramponi, mezzi utilizzati per arrampicarsi sugli alberi e prelevare gli stobili.

strobili-1

Gli strobili (le pigne) usati per carbone e dolci

I Forestali in una nota spiegano che le pigne (gli strobili) vengono utilizzate per la produzione di carbone ed i pinoli venduti per il mercato dolciario, ma tale attività  rappresenta anche un serio deturpamento del territorio. Spesso i frutti vengano raccolti dagli alberi, con l’effetto di ridurre la naturale propagazione.

0
SHARES
0