Milano, chat di WhatsApp condivisa dagli esercenti con i ghisa

Arresto via chat! Succede a Milano, sempre più città all’avanguardia. Due cileni sono stati arrestati in flagranza per detenzione e utilizzo di carta di credito rubate. L’arresto è stato eseguito dall’Unità Reati Predatori della Polizia Locale, in Corso Buenos Aires. Ad aiutare gli agenti ci hanno pensato i commercianti con un messaggio di allerta mandato alla chat di WhatsApp che gli esercenti condividono con i ghisa per segnalare di eventuali criticità o anomalie.

Avevano tentato di compare un cellulare

I 2 stranieri di 18 e 24 anni avevano provato ad acquistare prima un cellulare in un negozio e poi alcuni capi di abbigliamento in un altro. Al momento del pagamento la carta di credito, bloccata dal proprietario, ha dato messaggio di errore e non sono riusciti a portare a termine l’operazione.

Il primo commerciante ha inviato un messaggio alla chat, descrivendo le 2 persone, permettendo così agli agenti in servizio di individuare i cileni e procedere con l’arresto.

Grazie a indagini presso le banche veniva rintracciato il proprietario della carta di credito, al quale veniva restituito anche il portafoglio con ancora all’interno i soldi, trovati nelle tasche di uno dei 2 ladri.

0
SHARES
0