La cultura italiana in lutto: è morto Dario Fo

dario-foE’ un giorno triste per l’Italia. E’ venuto a mancare Dario Fo. Il Premio Nobel per la letteratura nel 1997, aveva 90 anni. Raggiunge in cielo la moglie Franca Rame morta nel 2013.

E’ morto in seguito a problemi polmonari. Si trovava ricoverato da 12 giorni all’ospedale Sacco di Milano.

Di sinistra ma fuori dal coro

Dario Fo è stato un drammaturgo, attore, regista, scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo e attivista italiano.

Dario Fo è stato un uomo di sinistra fuori dal coro, un militante senza vessilli. Negli ultimi anni molto vicino a Beppe Grillo e al M5S. Era un “giullare moderno” che criticava aspramente i potenti.

Dario Fo per oltre mezzo secolo, con la moglie Franca Rame, è stato il rivoluzionario del mondo dell’arte e della cultura italiana.

Partito da Sangiano, piccolo centro in provincia di Varese, che gli aveva dato i natali il 24 marzo 1926, ha conquistato i palcoscenici italiani e mondiali con il suo umorismo pungente, il suo carisma. Se n’è andato un Maestro senza tempo.

Modena ricorda l’artista e lo spettacolo del 2004 dedicato al Duomo

“Con la morte di Dario Fo ci lascia un premio Nobel noto nel mondo, grande artista, spirito libero e irriverente”. Lo afferma il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli. “Era un grande innamorato della nostra città e del suo Duomo patrimonio dell’Unesco, al quale nel 2004, con la collaborazione del Comune, ha dedicato uno spettacolo straordinario come “Il tempio degli uomini liberi, divenuto anche un volume con suoi testi e disegni”.

Il cordoglio del governo italiano e del M5S

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio per la scomparsa del Premio Nobel. Matteo Renzi esprime il cordoglio del Governo italiano. Rattristato Beppe Grillo che perde un amico del M5S.

0
SHARES
0