Lumarzo choc, Albano Crocco trovato morto la sua testa è sparita

Orrore e sgomento per la tragica morte di Albano Crocco, pensionato di 68 anni di Lumarzo. Il genovese era andato a cercare funghi. Ma Crocco non è più rincasato. A dare l’allarme la figlia. Il suo corpo è stato rinvenuto decapitato nei boschi vicino alla sua abitazione. Gli inquirenti non escludono l’omicidio. A quanto si apprende la testa del sessantenne non è stata al momento trovata.

L’ipotesi della caduta

Si era ipotizzato un incidente. Il medico legale ha sollevato diversi dubbi. Pare che ci siano delle chiare tracce di una lama sul collo. Inoltre non è stata ancora ritrovata la testa.

Ci sarebbero segni di arma da fuoco, dei pallini di un fucile da caccia. Il pensionato potrebbe essere stato ucciso con una fucilata e poi il suo corpo mutilato. A lavoro su tutte le ipotesi il sostituto procuratore di Genova Silvio Franz.

Albano Crocco abitava in località Craviasco

Il pensionato era uscito per cercare funghi. Moglie e figlia non vedendolo fare ritorno hanno fatto scattare le ricerche. Il suo cadavere decapitato è stato trovato in un fondo ad una scarpata di 50 metri. Albano Crocco viveva in località Craviasco, la stessa zona dove è stata fatta la macabra scoperta.

Si indaga anche in ambito familiare

Gli inquirenti indagano a 360°, anche in ambito familiare, ma al momento non si esclude alcuna ipotesi. Il cadavere è stato trasportato al San Martino per l’autopsia. In corso le ricerche della testa della vittima, rese difficoltose dal luogo piuttosto inaccessibile.

0
SHARES
0