Il Forex trading può essere usato per fare business ?

Il Forex trading è in grande aumento in Italia soprattutto fra i giovani che seguono sempre di più i corsi di formazione. Oggi vogliamo fare un passo ulteriore in avanti cercando di capire se il trading può diventare un lavoro vero e proprio.

forex-businessSi può vivere di trading ? E’ una domanda molto interessante che molti potenziali investitori si pongono. Innanzitutto partiamo col chiarire un concetto : il forex trading è un business a tutti gli effetti. Nonostante l’accesso sia ormai facilitato e tutti possono iscriversi ad un broker, richiede grande esperienza e pianificazione. Per avere successo è necessario proprio inquadrare l’intero settore del trading come un business, vediamo perché.

Vivere di Forex

Molti professionisti oggi vivono di forex. Abbiamo chiesto ad alcuni esperti di elencarci alcuni vantaggi del Forex proponendo una nuova visione dei mercati. Ecco cosa abbiamo raccolto fra le idee più interessanti:

  • Il forex deve essere considerato una attività ad alto rischio
  • Inquadrare il forex come business apre la mente offrendo delle aspettative realistiche
  • è fondamentale non applicare strategie preconfezionate in un mercato ormai imprevedibile
  • è necessario pianificare tutto nei minimi dettagli a partire dai costi fino alle strategie più avanzate
  • è fondamentale controllare le emozioni per non perdere di vista gli obiettivi

Questa nuova “visione” aiuta a capire bene quali sono gli obiettivi e dove si può arrivare. Il Forex può essere considerato una fonte di reddito se viene inquadrato in quest’ottica. Occorre un cambio di mentalità in grado di far diventare ogni sistema di trading come qualcosa di sostenibile a livello finanziario. Per questo motivo vediamo alcuni concetti da tenere bene a mente.

Pianificare con cura

La fase del performance management è fondamentale per organizzare la propria giornata lavorativa e realizzare gli obiettivi che ci si è posti. La disciplina è una caratteristica vincente degli investitori così come l’esperienza, due fattori fondamentali per poter operare seriamente sui mercati finanziari. L

La mancanza di esperienza può causare molte perdite e dunque tutti gli investitori dovrebbero investire sulla propria formazione per evitare qualsiasi tipo di errore dovuto alla mancanza di pianificazione.

Iniziare con una guida

Il modo ottimale per gestire il proprio piano di trading è quello di partire con lo studio di guide e con l’applicazione di quanto imparato attraverso dei conti demo o simulazioni. Ad esempio chi è interessato il Forex può approfondire l’argomento consultando l’ottima guida al forex trading di FxMaster, per poi simulare le proprie strategie evitando di correre rischi inutili.

Il modo migliore per iniziare è sempre quello di partire da un conto forex demo. Con queste simulazioni si evita di rischiare il proprio capitale e si verifica se la propria disciplina ha bisogno di alcune correzioni.

Attenzione alle perdite

Chi vuole fare business col Forex deve essere sempre conscio dei rischi di questo mestiere. Ogni investitore dovrebbe cercare di migliorare le proprie performance nella fase operativa analizzando le perdite ottenute. Una perdita deve essere messa in conto, nessuno può investire sempre con successo né sperare che tutte le operazioni vadano a buon fine.

Concentrarsi sulle perdite è un ottima maniera per evitare di commettere errori banali in futuro. E’ un tipo di approccio che aiuta a migliorare i propri risultati, ad ampliare il bacino delle proprie abilità e a ridurre al minimo le perdite negli investimenti.

Gestione del capitale

Attenzione a tenere sempre sotto controllo il capitale residuo nel proprio conto di trading. Controllare sempre il saldo è un modo molto pratico per capire quanto si può guadagnare. Molti investitori credono che con un capitale irrisorio si possano guadagnare grosse cifre, non è affatto così.

E’ fondamentale imparare a darsi delle aspettative realistiche in base al capitale a disposizione. Un conto di trading con un piccolo capitale avrà la possibilità di movimentare poco e dunque fare piccoli guadagni.

Tenere traccia degli investimenti

Un modo ulteriore di pensare al forex trading come business è quello di analizzare i profitti ottenuti, le perdite e gli investimenti fatti in una sorta di diario di bordo. Fin dalle prime operazioni di trading si dovrebbe essere in grado di tracciare con cura gli investimenti fatti capendo da dove avete guadagnato.

Crescita personale

La crescita personale non è altro che un processo permanente. Gli investitori che non hanno disciplina ed autocontrollo non possono pensare di creare profitti. Spesso le prime perdite portano frustrazione nell’investitore che si attendeva uno sviluppo diverso del proprio business.

Come rilevato dal sito Business Insider, infatti, la maggioranza dei traders abbandona il Forex dopo i primi 2 mesi di attività. E questo avviene principalmente per mancanza di abilità personali piuttosto che tecniche. Bisogna cercare quindi di migliorare le proprie abilità e la fiducia in sé stessi in modo da usarle al momento giusto.

Ultimo e non meno importante passo sta nella costruzione di un’etica del lavoro. I grandi risultati non si possono ottenere senza impegno e senza grossi sforzi, dunque impegnatevi al massimo se volete fare del trading un vero e proprio lavoro.

Abbiamo visto, dunque, come il forex trading possa essere considerato un business. Per ottenere il massimo dei risultati è necessario applicare molti dei concetti del lavoro al proprio stile di trading. Disciplina e autocontrollo sono la base per assicurarsi un futuro sui mercati.

Salva

0
SHARES
0