Crotone, protestano i pescatori per il mancato contributo delle royalties per tre annualità (2014-2015-2016)

riunione tra sindaco e pescatoriÈ dal 2014 che i pescatori crotonesi non percepiscono alcun contributo tramite le royalties per compensare, e il fermo pesca periodico, e la scarsità del pescato che sta diventando sempre più inconsistente. Per non parlare della forte concorrenza straniera che immette sul mercato italiano pesce a bassissimo costo.

pescatori davanti al comuneDi fronte a tutto ciò, stamattina i pescatori si sono radunati davanti il Comune per chiedere un incontro con il Sindaco Ugo Pugliese. La richiesta è stata immediatamente accolta dal primo cittadino che, insieme all’Assessore alle attività produttive Sabrina Gentile, li ha ricevuto nel suo ufficio.

La riunione è stata giudicata positiva dai pescatori anche se ancora non  è stato raggiunto alcun accordo definitivo stando a quanto ci ha dichiarato Asteriti, componente la delegazione dei pescatori:

“Il diciassette del c.m. il Sindaco avrà una riunione con i Sindaci della fascia costiera crotonese – ha detto Asteriti – dopo di che ci aggiornerà sull’esito dell’incontro.

Allo stato attuale, però, stiamo vivendo soltanto di speranze con l’auspicio della definitiva soluzione del problema. Fino al diciassette ottobre non possiamo dire altro”

L’assessore alle attività produttive, Sabrina Gentile ha definito l’attuale incontro di chiarimento, un tavolo tecnico dove i pescatori hanno riportato le loro ragioni per questa mancanza di royalties dal 2014.

“Abbiamo preso in carico tutta la documentazione fornitaci e rinviata la riunione alla prossima settimana dopo l’incontro con i Sindaci della fascia costiera dove parleremo di rimodulazione delle royalties. Dopo di ciò ci trasferiremo alla Regione dove incontreremo l’Assessore alle attività produttive regionali, Carmela Barbalace, per definire il tutto in maniera positiva”.

La mancata corresponsione delle royalties riguarda anche gli anni 2009/2013, ed a tal proposito l’attuale assessore Gentile ha dichiarato:

“Stamattina abbiamo letto delle carte insieme ai pescatori a tal proposito e si evince che quanto dato negli 2009/2013 è stato dato a chiusura e tombatura delle annualità pregresse, anche se alcuni pescatori dicono che avanzano ancora un residuo, per il momento è bene pensare alle annualità del 2014, in seguito, una volta ottenuto questo possiamo discutere anche delle annualità pregresse”.

0
SHARES
0