Asti, presta il telefonino ad un amico e lui diffonde filmati hard su Facebook

E’ la brutta vicenda la cui vittima è una donna di 30 anni. Ad essere arrestato per sex extortion un astigiano di 28 anni, che è stato denunciato dalla Polizia postale. Il ventenne era venuto in possesso di alcuni video hard che la donna aveva immortalato sul proprio telefonino. I video erano stati immessi in rete e la trentenne è stata contattata da 2 persone che le volevano estorcere denaro.

Improvviso aumento di richieste di amicizia sui social

Centinaia di richieste di amicizia da sconosciuti associate anche da commenti a sfondo sessuale. Qualcuno le aveva proposto incontri fino alla ricezione, sul proprio telefonino, di video hard autoprodotti con lei protagonista ma non condivisi con altri.

Video postato su 2 gruppi anonimi

La Polizia Postale ha individuato 2 gruppi anonimi su Facebook (uno con 1.300 iscritti) nei quali era postato il video associato alla ragazza e diventato noto tra gli utenti di Asti.

La donna ha contattato l’amministratore del gruppo segreto Facebook ma non ha avuto esito positivo. Ha quindi iniziato a sospettare di un suo amico, cui tempo prima aveva prestato il telefonino, e che, restituendoglielo, aveva commentato “bello il video”.

I poliziotti della Sezione Polizia Postale di Asti, supportati dai colleghi del Compartimento Polizia Postale di Torino, hanno poi proceduto alla perquisizione locale ed informatica a carico del ragazzo, rinvenendo un’ingente quantità di materiale archiviato e sequestrando i vari supporti sui quali gli investigatori effettueranno le ulteriori analisi tecniche.

0
SHARES
0