Sammommè choc, Lamia Chiriqui muore carbonizzata a 28 anni

Sammommè, piccolo centro sulle colline pistoiesi, è sconvolto alla notizia dell’orribile morte delle marocchina di 28 anni. Lamia Chiriqui è morta asfissiata nel bagno della sua casetta in affitto, avvolta dalle fiamme dopo un incendio causato da una stufetta a gasolio, accesa per riscaldarsi.

Lamia Chiriqui era sola in casa

Il marito lavora in una ditta e non era ancora rientrato. E’ stato un vicino a provare a salvarla. Ha preso un estintore e si è precipitato verso il bagno gettando la schiuma. Il fumo però era troppo denso e non ha più sentito la donna. I Vigili del Fuoco sono riusciti ad entrare nel bagno, dove hanno trovato la donna riversa a terra. Poco dopo è entrato anche il medico che ha constatato il decesso. I Pompieri sono rimasti a lungo sul posto, sia per le operazioni di minuto spegnimento che per le verifiche di stabilità della palazzina.

Sul posto sono arrivati alcuni parenti della famiglia che abitano a Pistoia. Insieme al marito, sono andati a ripararsi dal freddo all’albergo Arcobaleno. Dopo ulteriori accertamenti è stato arrestato un pakistano, reo confesso dell’omicidio. (leggi qui).
0
SHARES
0