La sicurezza stradale passa dall’efficienza della propria auto

Quotidianamente le pagine di cronaca di tutti i media ospitano notizie di nera legate ad incidenti stradali. Molte volte i sinistri, il più delle volte mortali, sono dovuti a comportamenti scorretti alla guida come nel caso di incidenti frontali per via di sorpassi azzardati. Ma anche dell’imprudenza di mettersi alla guida in stato di alterazione. Sono tantissimi, soprattutto al Nord Italia, i giovani che perdono la vita nelle cosiddette stragi del sabato sera. Si tratta di un vero e proprio bollettino di guerra.

Fin qui i cattivi comportamenti alla guida. Ma ad incidere sugli incidenti stradali è anche la sicurezza dei mezzi guidati. Spesso e volentieri si tralascia di effettuare l’adeguata e necessaria manutenzione mettendo in pericolo la vita sia di chi è alla guida sia di chi si trova ad essere passeggero.

L’assetto della propria auto per il periodo invernale

Con l’arrivo della stagione fredda e l’incremento dei fenomeni temporaleschi e del maltempo in generale, l’efficienza dell’assetto della propria auto, diventa una priorità anche di legge. Tra le operazioni fondamentali il cambio gomme con l’adeguamento dei propri pneumatici alle temperature più basse previste. L’articolo 6 del Codice della Strada, introdotto dalla legge n.120 del 29 luglio 2010, prescrive che – nel periodo dal 15 novembre al 15 aprile – i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio. Sarà compito degli enti regionali che gestiscono le singole tratte, decidere se imporre o meno la normativa in base alle condizioni climatiche delle tratte interessate.

Pneumatici

Acquisto dei pneumatici

Il mercato dei pneumatici è molto concorrenziale anche grazie all’avvento del web. L’obiettivo del rivednitore è soddisfare le esigenze dei consumatori riguardo l’acquisto di pneumatici e gomme con il rapporto più vantaggioso tra prezzo e qualità. Vasta è la gamma con oltre 150 produttori di pneumatici presenti, solo per citare i più noti tra cui: Pirelli, Michelin, Bridgestone, Dunlop, YokoHama, GoodYear, Toyo, Nankang, Vredstein, Nexen, Hankook, con 25 mila modelli a disposizione. Acquistare un pneumatico significa anche ottenere assistenza e consulenza da operatori specializzati per consigliare i migliori pneumatici per la propria automobile. Il pneumatico va scelto con criterio e non solo guardando al risparmio. Per fare la scelta giusta è preferibile affidarsi a professionisti del settore come Zero Zero Uno srl nella zona di Milano, aziende in grado di offrire assitenza a 360° per la propria auto. In grado di saper consigliare l’automobilista ascoltando le sue reali esigenze e guardando alla sicurezza come fattore essenziale. La priorità non è risparmiare ma viaggiare sicuri.

La stagione invernale è alle porte e la regolarizzazione per il cambio dei pneumatici va effettuata quanto prima, per adeguare la propria auto alla normativa del Codice della Strada. Al di là dell’obbbligo di legge è necessario mettersi in sicurezza per la percorrenza in vista dell’abbassamento delle temperature.

Pneumatici invernali

Sono diversi i fattori da tenere in considerazione nella scelta delle gomme invernali da adottare per la propria autovettura. Oltre ai criteri vincolati dalla normativa vigente e dalle relative ordinanze riguardo l’uso obbligatorio, bisogna considerare del codice di velocità indicato sul libretto di circolazione del proprio veicolo, così come le gomme da utilizzare. E’ necessario tener presente la dicitura M+S che sta per Mud+Snow e fa riferimento ad una determinata tipologia di pneumatico adatto sia per il fango che per la neve.

Centri di assistenza specializzati in pneumatici

Come dicevamo non basta acquistare un penumatico ma bisogna valutare i diversi servizi proposti: dal più ricercato gonfiaggio ad azoto al montaggio/smontaggio delle gomme. Una corretta manutenzione del proprio mezzo può fare risparmiare imprevisti o problemi durante il viaggio, facendo guadagnare tempo e denaro.

Gli pneumatici e la pressione

Bisogna prestare particolare attenzione alla pressione dei pneumatici. Bisogna valutare la stagione in cui siete e considerando la questione della perdita fisiologica di pressione. L’ideale sarebbe effettuare questo controllo a temperatura ambiente, facendo affidamento su un manometro digitale. Va fatta molta attenzione, inoltre, alle screpolatura dovute al consumo delle gomme.

Battistrada usurati

Come abbiamo più volte ribadito quando ci si mette in viaggio è importante avere un’automobile davvero a posto dal punto di vista meccanico, ma è altrettanto importante controllare anche che i pneumatici siano in regola e in piena efficienza. Pneumatici sgonfi o battistrada usurati peggiorano la stabilità in curva e rendono il veicolo insicuro sul bagnato e in frenata.

In particolari condizioni di asfalto bagnato lo spazio di frenata si può allungare del 30%. Con un battistrada usurato questa distanza si può persino raddoppiare. I pneumatici troppo sgonfi (oltre a essere poco sicuri) fanno consumare anche molto più carburante.

Pneumatici l’unico contatto tra il veicolo e il manto stradale

Dalla loro condizione dipende il fattore sicurezza di una vettura dalla tenuta al comfort di marcia, perché le sospensioni funzionano in stretto contatto con i pneumatici. Le coperture moderne vengono sottoposti a test sul piano dello standard qualitativo. Non è sufficiente la cura industriale del prodotto se, da quando le gomme vengono montate, il consumatore non gli dedica attenzione. Le gomme di un’autovettura, anche quando sono correttamente bilanciate, non si usurano mai in modo uniforme. Sul loro stato di salute agiscono le frenate, il tipo di strada o le curve che possono produrre più usura su un lato piuttosto che sull’altro. Bisogna tenere sempre sotto controllo la pressione del gonfiaggio almeno una volta la mese, prima e dopo un viaggio o una lunga sosta in garage.

Se è eccessiva, può provocare un’usura anomala della parte centrale del battistrada, se è insufficiente produrrà un irregolare consumo sull’area esterna (spalla). Il gonfiaggio corretto, determinato anche dal carico della vettura, consente invece di preservare lo stato ottimale della gomma, e di viaggiare quindi in assoluta sicurezza. Il gonfiaggio sbagliato, statisticamente, può accelerare l’usura anche del 40%.

Una corretta pressione del pneumatico consente maggiore sicurezza alla guida (in frenata e tenuta di strada) e consumi di carburante ottimali (per ogni 0,2 Bar di sgonfiaggio c’è un 1% in più di consumo di carurante). In caso di perdita di pressione di un pneumatico, fatelo esaminare da un tecnico specializzato. L’ideale è rivolgersi periodicamente ad un professionista di fiducia perchè la sicurezza viene prima di tutto.

0
SHARES
0