Palazzo Marino casa dei milanesi, anche dei più piccoli

Quaranta alunni di 2 scuole del quartiere Gallaratese, la Borsi di via Ojetti e la Rinascita di via Carriera, hanno incontrato Anna Maria Caruso, il Garante per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della città di Milano.

Gli scolari hanno rivolto al Garante diverse domande sulla sua attività, su quali sono i diritti più importanti e in particolare quelli che li riguardano, dando vita ad un “question time”. Hanno partecipato il sindaco Giuseppe Sala, la vice sindaco e assessore all’Educazione, Anna Scavuzzo, l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino e l’assessore al Turismo, Sport e Tempo libero, Roberta Guaineri.

“Milano è una città amica dei bambini”

Il sindaco Giuseppe Sala ha ribadito che “Milano è una città amica dei bambini. Molto è stato fatto e molto abbiamo ancora da fare per migliorare la vita dei più piccoli”.

Anna Maria Caruso ha affermato: “Abbiamo iniziato un percorso di reciproca conoscenza che intendo continuare affinché loro sappiano che esiste una figura qui per ascoltarli, per difendere i loro diritti e dare una risposta concreta, con l’Amministrazione comunale, alle loro richieste e sollecitazioni”.

Il Garante per i Diritti proseguirà i suoi incontri con i bambini andando direttamente nelle scuole della città. Il 20 di ottobre sarà alla scuola di via Borsi, il 22 alla scuola Rinascita.

0
SHARES
0