Mobili in legno e non solo: come ottimizzare uno spazio

come-arredareAl giorno d’oggi è sempre più diffuso l’interesse nella creatività e nell’uso intelligente e ottimale degli spazi di una casa. Una cucina che non rispecchia gli standard in fatto di spazi, per esempio, può richiedere una valutazione particolare per quel che riguarda l’assemblaggio dei mobili o degli elementi sia di arredo che di utilizzo funzionale; lo stesso vale per una camera da letto o per una cabina armadio, in cui sarà necessario disporre armadi, mensole e scaffali in maniera oculata ed intelligente in base alle proprie esigenze.

Da questo punto di vista molte persone si lasciano intimorire, credendo che uno spazio limitato sia solo portatore di problemi, di esigenze maggiori e di difficoltà nella gestione dello stesso. Questo è vero, ma solo in parte: infatti, molti esperti di interior design, di arredamento e di architettura d’interni in genere, ci insegnano che è necessario tenere in considerazione lo spazio non tanto (e non solo) da un punto di vista ‘negativo’ – ovvero come limite – ma anche per le infinite possibilità di gestione che esso ci consente.

Per fare un esempio banale ma sicuramente d’effetto, pensiamo ad una cucina che necessita di uno spazio ulteriore per la conservazione degli alimenti: da un semplice incavo all’interno del muro, oppure nel sottoscala, è possibile, con un po’ di ingegno e di manualità, creare una sorta di armadietto o di credenza, semplicemente utilizzando delle liste in legno, delle ante e delle cerniere per ante che si possono acquistare presso un negozio di minuteria metallica. In un negozio come quello di Lidi Srl, per esempio, possiamo acquistare tutto l’occorrente per la messa in posa dell’armadio o della credenza, e dare anche spazio alla nostra creatività sbizzarrendoci con il numero di mensole da inserire, le altezze, le forme ed i colori degli elementi, come dei reggimensola e delle cerniere per ante.

L’idea deve essere però progettata: pertanto, è bene prima di tutto prendere le misure dello spazio che vogliamo utilizzare, ed iniziare a predisporre il progetto mettendo nero su bianco anche tutto l’occorrente che ci servirà per la creazione concreta della credenza o dell’elemento. Tra gli accessori che ci serviranno, non dimentichiamo soprattutto la minuteria, come ad esempio le cerniere, utilissime per la corretta chiusura delle ante: per un’idea ancora più creativa e che esalti ancora di più la particolarità del lavoro svolto, è anche possibile utilizzare le cerniere direttamente su materiali trasparenti, come vetro o plexiglass. In questo modo, si darà anche un effettivo risalto alle cerniere, cromate e lavorare ad hoc per restituire valore al mobile o alla credenza in quanto elemento d’arredo oltre che elemento funzionale della casa.

Tornite e ben fresate con l’utilizzo di macchine particolari di precisione, le cerniere per ante hanno una grande funzionalità, che è quella di consentire apertura e chiusura dei mobili specialmente per spalle di spessori minimi. La particolare fresatura e la galvanizzazione su telaio, insieme al montaggio artigianale (a mano) garantiscono ottima tenuta del mobile ma danno anche un aspetto estetico che vale la pena di sottolineare, per gradevolezza e particolarità.

0
SHARES
0