Genova, verrà demolito l’inceneritore di Volpara in Valbisagno

rifiuti differenziataLa demolizione riguarderà un volume complessivo di oltre 27 mila metri cubi, per una spesa stimata di all’incirca 600 mila euro, totalmente finanziata da Amiu, con i fondi destinati alla strategia impiantistica dell’azienda.

Demolizione dell’inceneritore di Volpara

L’assessore all’Ambiente Italo Porcile ha ufficializzato l’avvio del procedimento per la demolizione dell’ex inceneritore alla Volpara: “è anche un segnale simbolico importante: rappresenta un nuovo modo di intendere la gestione dei rifiuti da parte di questa Amministrazione, rispetto alle passate gestioni amministrative”.

40 anni di attesa per la Valbisagno

Il presidente del Municipio Agostino Gianelli ricorda che “per la Valbisagno si concludono 40 anni di attesa di una soluzione ai problemi causati dalla presenza dell’inceneritore. Con questa Giunta c’è stato un vero e proprio cambio di passo: Comune e Amiu si sono dimostrati sensibili ai bisogni espressi dai cittadini, sono state ascoltate e tenute in considerazione le lamentele delle persone, come nel caso della percezione degli odori, anche quando le misurazioni olfattive tecniche davano risultati indicanti una situazione nella norma”.

Amiu costruirà un tunnel di raccordo

“Anche se abbiamo dati tecnici che ci confortano – spiega Marco Castagna, presidente Amiu – per noi sono state importanti anche le sensazioni di disagio che gli abitanti ci riferivano di vivere. Costruiremo un tunnel di raccordo che incapsulerà il camion nella fase di scarico, in modo da non far fuoriuscire odori. Ma se questo non dovesse bastare, abbiamo già previsto, e verrà messa nel preliminare del progetto, la copertura completa del piazzale. Un rapporto corretto e di ascolto con i cittadini è, per noi, una priorità”.

Questi lavori libereranno spazio all’interno dell’impianto, circa 900 mq, in cui potranno essere collocati i mezzi Amiu parcheggiati nella zona delle Gavette: ci saranno 40 parcheggi in più, di cui gli abitanti della zona potranno usufruire.

Un ulteriore spazio per i mezzi Amiu dell’Unità Territoriale Valbisagno sarà ricavato, anche, nella zona dell’ex campo nomadi di via Adamoli, “sgomberato in maniera civile” come ha ricordato il presidente del Municipio.

Amiu dà un segnale importante di cambiamento nella gestione del ciclo dei rifiuti: si passa dall’inceneritore all’economia circolare: non più rifiuti, ma riciclo, riutilizzo, riuso.

A fine ottobre verrà avviato un tavolo partecipato sul futuro di Volpara. Sono in programma 3 incontri aperti pubblico per raccogliere il contributo della cittadinanza sul futuro dell’area.

0
SHARES
0