Vicenza, è un cervo l’animale-totem scelto dal Teatro Astra

E’ un cervo l’animale-totem che il Teatro Astra ha scelto per accompagnare la nuova stagione del contemporaneo “Terrestri 2016 2017”. Il progetto è curato dal Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia per l’assessorato alla crescita Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione Veneto e Provincia di Vicenza.

“Gli spettatori vicentini sono abituati ad associare il Teatro Astra ad un teatro di qualità – ha dichiarato il vice sindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci -: la Piccionaia ha trasformato il Teatro Astra in una grande palestra di formazione di pubblici e di sensibilizzazione mostrando cosa può essere il teatro al di fuori delle forme consuetudinarie. Piccionaia ha costruito questa sensibilità nel tempo confermando anche la vocazione educativa; sono felice, inoltre che abbia fatto il suo ingresso nel ciclo di spettacoli classici, quest’anno rinnovato, con Anagoor andato in scena nei giorni scorsi. La rassegna dell’Astra anche quest’anno mette insieme grandi nomi e nuovi talenti emergenti, frutto del lavoro che si continua a fare e continua ad essere apprezzato dal pubblico”.

Un cartellone di 10 spettacoli

Il cartellone, dall’11 novembre all’1 aprile, vedrà le migliori compagnie del panorama nazionale ed internazionale presentare i loro ultimi lavori sullo storico palcoscenico cittadino: grandi nomi come Gabriele Vacis, Agrupación Señor Serrano e Antonio Latella, giovani talenti come Shi Yang Shi, Caroline Baglioni e Silvia Bertoncelli, passando per alcuni attesi ritorni – Mario Perrotta, Tindaro Granata, i Fratelli Dalla Via e Giuliana Musso – che con l’Astra hanno stretto negli anni un rapporto privilegiato.

Ad incrociare questa programmazione ci sarà la terza edizione di “Classico contemporaneo”, il progetto di studio e incursione della classicità nella città contemporanea, nato 3 anni fa per ampliare la discussione e il confronto sul contemporaneo come ulteriore tappa del percorso di apertura verso i nuovi linguaggi e di approfondimento del rapporto ricco di suggestioni fra classico e contemporaneo, che ha avuto in questi anni come nucleo il Teatro Olimpico, grazie al rinnovato Ciclo di Spettacoli Classici. Il progetto vedrà quest’anno giungere a compimento il percorso triennale di ricerca della compagnia Fratelli Dalla Via intorno alla lingua del geniale fumettista Andrea Pazienza, con la terza e ultima tappa di residenza artistica e a seguire la presentazione in anteprima assoluta dello spettacolo ispirato a “Le straordinarie avventure di Pentothal”.

Si darà inizio ad un nuovo percorso di ricerca con un ciclo di masterclass la cui conduzione verrà affidata a realtà di rilievo del panorama nazionale (tra cui Fratelli dalla Via e Urban Experience), e due spettacoli che rappresentano altrettanti cortocircuiti tra passato e presente – il primo, di una tra le compagnie internazionali più all’avanguardia per quanto riguarda l’innovazione dei linguaggi nonché Leone d’Argento alla Biennale di Venezia 2015, la catalanaAgrupación Señor Serrano; il secondo, un progetto speciale di Carlo Presotto e Diego Dalla Via all’interno della Basilica Palladiana.

Inaugura il cartellone di “Terrestri”, venerdì 11 novembre, l’unica regionale di “La parola padre” di Cantieri Teatrali Koreja: regia e drammaturgia di Gabriele Vacis per sei giovani attrici di diversa nazionalità – italiana, polacca, bulgara e macedone – che porteranno sul palco le loro storie di patrie e di padri.

Gli abbonamenti saranno disponibili dal 27 settembre

Si hanno 2 diverse formule: all’intera rassegna (intero 100 euro, ridotto 80) e a 5 spettacoli a scelta libera (intero 65 euro, ridotto 55). Le tessere saranno prenotabili anche telefonicamente oppure on-line dal sito del Teatro Astra e acquistabili presso l’Ufficio del Teatro Astra (contra’ Barche 55) con i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.45, e fino al 5 novembre anche il mercoledì pomeriggio fino alle 19 e il sabato mattina dalle 10 alle 13. I biglietti saranno in vendita dall’8 novembre al costo di 15 euro l’intero e 12 euro il ridotto (senza costi di prevendita).

0
SHARES
0