Serie A quinta giornata, la Roma dilaga sul Crotone che rimane ultimo in classifica con un solo punto dopo cinque giornate

roma-crotoneNon ce l’ha fatta il Crotone a conquistare un altro risultato positivo dopo il pareggio (1-1) della precedente giornata contro il Palermo.

Lo spessore tecnico della Roma è noto ed in serie A squadre con elevata qualità tecnica ce ne sono tante. Il solo Palladino non basta (rigore sbagliato a parte) per contrastare certi avversari e fargli male. Occorrono altri Palladino in attacco, difesa e centrocampo. Il cammino è lungo e nulla è stato ancora compromesso.

La difficoltà dei rossoblù di stare al passo degli avversari si è notata fin dalle prime battute. Claiton, Sampirisi, Ceccherini non hanno mai fermati i propri avversari nei pressi dell’area di rigore.

Mister Nicola ha preferito cambiare ancora la formazione iniziale con le novità Sampirisi e Salzano in sostituzione di Martella e Trotta per un diverso modulo (4-5-1) con Falcinelli unica punta alle cui spalle il quintetto di centrocampo formato da Rohden a destra, Capezzi e Grisetig centrali, Salzano a sinistra, Palladino a fare il pendolino da destra a sinistra. Quartetto difensivo con Claiton, Sampirisi, Ferrari, Ceccherini.  Rispetto alla precedente partita anche mister Spalletti ha preferito cambiare gli undici iniziali inserendo Peredes, Totti e El Shaarawy al posto di Nainggolan, De Rossi, Perotti. Non è riuscito a recuperare Vermaelen  ed al suo posto al centro della difesa Fazio insieme a Nanolas. In mediana è tornato Peredes, in attacco El Shaaraw  e Totti.

La resistenza del Crotone è durata 25° minuto, dopo si è notato soltanto la Roma che andava di continuo in gol e per proprie capacità ma anche facilitata dall’atteggiamento degli avversari in fase di copertura. Il primo gol dei giallorossi porta la firma di El Shaarawy con un tiro da fuori area.

La timida reazione del Crotone al minuto 31 con Palladino che manda il pallone a sfiorare il palo sinistro. L’illusione che gli uomini di mister Nicola possano recuperare lo svantaggio non va oltre questa giocata. Al minuto trentasei arriva il secondo gol della Roma con Salah che fulmina Cordaz da fuori area. Al riposo sul doppio vantaggio dei locali.

Non cambia la musica nella ripresa giacché è sempre la Roma a fare la partita. Dopo appena tre minuti dalla ripresa del gioco il terzo gol di Dzeko con un perfetto pallonetto a scavalcare Cordaz in uscita dopo aver ricevuto l’assist da parte di Totti dalla propria metà campo. Difesa rossoblù ancora inesistente al 56° quando subisce il quarto gol sempre da parte di Dzeko.

L’orgoglio di non tornare a casa senza aver segnato almeno un gol spinge in avanti il Crotone. Al minuto 60° Palladino potrebbe accorciare le distanze su calcio di rigore per atterramento di Falcinelli. Dagli undici metri il migliore in campo dei rossoblù si fa parare il pallone.

Qualche timida reazione dei rossoblù sul finire dell’incontro con Salzano e Capezzi che impegnano il portiere Szczesny.

Si chiude amaramente la quinta giornata del Crotone in quel di Roma. Altri quattro gol subiti, dieci in totale e soltanto tre realizzati dall’inizio della stagione. Un duro e difficile lavoro attende mister Nicola fin dai prossimi giorni per presentare una squadra in grado di non sfigurare nel difficile campionato di serie A. La Roma dopo la sconfitta di Firenze torna al successo e mette a tacere qualche timida polemica nei suoi confronti.

Roma        4

Crotone     0

Marcatori: El Shaarawy 25°, Salah 36°, Dzeko 48° e 56°

Roma (4-2-3-1): Szczesny, Florenzi (Emerson), Manolas (Jesus), Fazio, Peres, Strootman, Paredes, Salah (Iturbe), Totti, El Shaarawy, Dzeko. All. Spalletti

Crotone (4-5-1): Cordaz, Claiton, Sampirisi (Martella), Ferrari, Ceccherini, Rohden (Nalini), Capezzi, Crisetig, Salzano, Palladino (Stoian) Falcinelli. All. Nicola

Arbitro: Carmine Russo di Nola

Coll. Paganessi – Di Vuolo

Quarto giudice: Fiorito

Add. 1 Di Bello – Add. 2 Sacchi

Ammoniti: Nalini

Angoli: 7 a 2 per la Roma

Recupero: 2 minuti nella ripresa.

Leggi qui la cronaca delle altre gare.

0
SHARES
0