Milano, Cerchia dei Navigli piano per mitigare i disagi per i cantieri della M4

La giunta Sala ha messo in campo un piano per la viabilità del centro città per mitigare – lungo la Cerchia dei Navigli – i disagi arrecati dalla presenza dei cantieri per la costruzione della linea 4 della metro, soprattutto all’altezza di piazza Resistenza Partigiana.

Scaricare i grandi flussi di auto, moto, furgoni e camion

L’obiettivo è decongestionare le vie Carducci, De Amicis e Molino delle Armi inducendo i veicoli a percorrere la circonvallazione più esterna “dei Bastioni”.

Il piano facilita il deflusso delle auto private dalle vie della “Milano Romana” (Nirone, Luini, Lanzone, Ansperto, Santa Valeria, Caminadella) attraverso corso Magenta verso l’esterno diminuendo la congestione nel centro e favorisce i mezzi pubblici e le 2 ruote.

Sono state predisposte le ordinanze per la riapertura al traffico di via Luini verso corso Magenta con riposizionamento del semaforo, decongestionando così via Nirone. Tempi previsti, 3 o 4 settimane. Avviati anche i provvedimenti per dare diritto di accesso alle moto alla ztl di via Mazzini in entrambe le direzioni a seguito della chiusura di piazza San Babila, come già previsto da una delibera del Consiglio del Municipio 1. Per quest’ultima apertura i tempi previsti sono di 15 giorni.

Modificati i tempi semaforici dell’incrocio di largo d’Ancona

L’obiettivo è favorire la direzione dal centro verso la periferia, quelli dell’incrocio di via Mellerio/Carducci per favorire l’uscita dell’autobus 58, scoraggiando la direttrice sud di via Carducci che porta traffico e congestione sulla Cerchia dei Navigli. In settimana sarà modificato anche il tempo del semaforo dell’incrocio corso di Porta Ticinese/via Molino delle Armi per favorire il transito dei veicoli provenienti da via De Amicis e alleggerire piazza Resistenza Partigiana.

Alcune misure sono finalizzate a mettere in sicurezza gli attraversamenti delle aree di cantiere da parte dei pedoni e delle biciclette in via Cesare Correnti, appena a nord di piazza Resistenza Partigiana. Saranno posizionati dei new jersey nel tratto privo di marciapiede, creando un corridoio protetto per pedoni e biciclette che poi potranno attraversare Cesare Correnti in direzione via Camminadella con un nuovo attraversamento pedonale e ciclabile; nello stesso punto i new jersey eviteranno che auto e moto provenienti da largo Resistenza Partigiana svoltino a sinistra in Caminadella bloccando il tram e il flusso dell’incrocio di piazza Resistenza Partigiana. Chi da sud deve entrare in centro nella “Milano Romana” potrà immettersi in via Ariberto, via Olona e fare un tratto di via de Amicis verso nord per poi svoltare subito a destra in via San Vittore e di lì in via Lanzone. Per questo sarà tolta la corsia preferenziale nel tratto di via De Amicis tra via Olona e via San Vittore.

Per quest’area è stato avviato uno studio per la riqualificazione e la messa in sicurezza definitiva dell’incrocio di largo Carrobbio, questo potrà favorire l’ingresso da via del Torchio nella “Milano Romana”.

Si stanno individuando nuove aree per la posa degli stalli del bike sharing in sostituzione delle postazioni che è stato necessario togliere per la presenza dei cantieri.

Presenti pattuglie della Polizia locale

Per aiutare automobilisti e motociclisti a individuare le strade da percorrere in alternativa alla Cerchia dei Navigli in questi giorni sono presenti pattuglie della Polizia locale, anche con auto munite di pannelli con messaggio variabile che indicano le strade congestionate, favorendo così lo spostamento su altri percorsi più esterni e meno trafficati, seguendo anche i numerosi cartelli stradali posizionati per favorire l’indirizzamento del traffico dalla Cerchia dei Navigli sulla Cerchia dei Bastioni.

0
SHARES
0