Milano, “La città che sale” in scena nei cortili degli abitanti delle case popolari

Dal 17 al 25 settembre nelle case popolari del Comune, gli abitanti saranno protagonisti. Si terranno 10 spettacoli e laboratori gratuiti.

Gli eventi gratuiti della rassegna “La città che sale”

La rassegna è stata organizzata da MM spa. Si va in scena dal 17 al 25 settembre nei cortili e nelle case degli abitanti delle case popolari di Milano.

Sabato 17 settembre alle 16.30 in via Borsieri lezioni di tango e milonga. Si concluderà in via Nikolajevka domenica 25 settembre con i laboratori di percussioni, coinvolgendo tutte le generazioni di inquilini.

Gabriele Rabaiotti, assessore alla Casa e ai Lavori pubblici, sottolinea che l’obiettivo  “è quello di tornare ad essere presenti nei quartieri della città, a partire da quelli popolari”.

“Gestendo le case popolari che noi abbiamo in carico dal dicembre 2014 – dichiarano Davide Corritore e Stefano Cetti, presidente e direttore generale di MM spa – abbiamo toccato con mano quanto fossero importanti, accanto alla gestione quotidiana delle strutture, la costruzione e il mantenimento di una relazione orizzontale con tutti i condomini. La relazione si realizza con l’ascolto strutturato delle necessità e delle richieste specifiche e, al contempo, portando occasioni concrete e condivise di socialità”.

Musica e danza sociale

“‘La città che sale’, con le occasioni di musica e danza sociale – interviene Saul Beretta, direttore artistico della rassegna – punta a rivendicare un forte ruolo dell’arte nel tessuto sociale e urbano della città. Il cortile come luogo di incontro, scoperta, scambio e membrana che separa e unisce il caseggiato con il mondo urbano. I concerti e le performance sono pensati con questo obiettivo: stimolare la curiosità dell’incontro a partire da un evento culturale che non ha paura di esistere nella contaminazione della vita di tutti i giorni”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone