L’ambiente è protetto dai pesci

Il ruolo dei pesci nell’ambiente che ci circonda è di fondamentale importanza. Non tutti sanno o semplicemente sottovalutano l’importanza dei pesci nel nostro ambiente. Scopriamone il perché.

Pesci e salvaguardia dell'ambiente

Unicode

I pesci e la salvaguardia dell’ambiente

Esistono fondamentalmente tre tipologie di pesci in natura: pesci d’acqua dolce, pesci marini e pesci d’acqua salmastra. Molti sottovalutano i pesci e il loro contributo nella salvaguardia dell’ambiente. Prima di sapere come fanno i pesci ad essere soggetti alla salvaguardia dell’ambiente, è bene fare distinzione tra i pesci in natura e i pesci allevati in acquario. Fin dai tempi più remoti della storia dell’uomo, i pesci sono stati allevati non solo a scopo di cibo ma anche a scopo di hobby. Molti pensano che questo hobby non sia il massimo dell’etica perché starebbero meglio in natura. Le cose non stanno affatto così. Prendiamo come esempio i piranha. Sono pesci affascinanti, ma in natura, non se la passano per niente bene. Sono predatori, ma possono essere predati a loro volta. Anche se molte specie vivono in branco, molte altre specie di piranha sono costretti ad una vita solitaria. Alcune specie possono essere talmente aggressive da non riuscire a vivere nemmeno in coppia. Nella vita da branco, possono arrivare a sbranarsi per aggiudicarsi una preda. Nel loro ambiente naturale il cibo non è assolutamente facile da trovare ed arrivano addirittura al cannibalismo fra di loro. In un acquario, la situazione è completamente diversa, se ovviamente hanno lo spazio adeguato.

L’importanza dei pesci nell’ambiente

I pesci hanno un ruolo di fondamentale importanza nell’ambiente in cui vivono. Ripuliscono il loro ambiente acquatico e sono in grado di renderlo sicuro. Parliamo prevalentemente dei pesci d’acqua dolce che vivono nei fiumi e nei torrenti. Non tutti sanno che la malaria, ad esempio, è stata debellata proprio grazie ai pesci d’acqua dolce. La malaria proviene dalle punture di zanzara. Questi insetti, quando nascono, sono in forma larvale e vivono sopratutto nei fiumi. La malaria, in passato ha provocato milioni di morti e ne avrebbe uccisi ancora molti ancora oggi se non ci fosse stata l’idea di prelevare dei pesci tropicali dal loro ambiente naturale per inserirli in fiumi, laghi e torrenti infestati dalle larve di zanzare. I pesci sono ghiotti di queste larve, e sono riusciti a sbarazzarsi di miliardi di larve nel giro di pochi anni. Principalmente, sono stati utilizzati i Guppy, una specie di pesci molto popolare tra gli acquariofili che hanno la capacità di riprodursi molto velocemente e di adattarsi a qualsiasi ambiente acquatico d’acqua dolce in natura. Detto questo, è facile immaginare l’importanza dei pesci nell’ambiente acquatico di acqua dolce.

L’ambiente acquatico

I pesci contribuiscono a mantenere inalterato l’equilibro naturale degli ambienti acquatici, sopratutto quelli di acqua dolce come laghi, fiumi e torrenti. Inoltre, hanno un ruolo fondamentale anche con l’ecosistema esterno perché si nutrono di insetti e di larve di insetti contribuendo a mantenere stabile il numero. Molte specie di pesci d’acqua dolce e marini si sono preservati e non sono andati in estinzione proprio grazie all’hobby dell’acquariofilia e agli appassionati che hanno contribuito alla loro salvaguardia allevandoli in acquario. Questi stessi pesci salvati dall’estinzione, possono essere poi rimessi nel loro ambiente naturale contribuendo alla sua salvaguardia. Molte informazioni utili su questi affascinanti animali del mondo acquatico possono essere trovati in blog, siti e forum dedicati all’hobby dell’acquariofilia.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone