Milano, MITO dedica 11 appuntamenti al pubblico dei bambini

Il Festival MITO, in programma a Milano dal 3 al 22 settembre prossimi, dedica 11 appuntamenti al pubblico dei bambini, al crocevia tra musica classica, jazz, opera, teatro e multimedialità.

Concepita quasi come un festival dentro al festival, la ricca programmazione appositamente studiata per l’infanzia – 5 spettacoli per un totale di 11 repliche solo a Milano – delinea uno dei molti percorsi possibili attraverso cui godersi l’esperienza del Festival. Gli spettacoli proposti si rivolgono ai bambini, sin dalla primissima fascia d’età, e alle loro famiglie, da cui un prezzo dei biglietti particolarmente contenuto (5 euro), nella convinzione che ascoltare bene aiuti a crescere bene, tutti e a qualsiasi età.

In programma

GLIMP, lo spettacolo d’inaugurazione del Festival, dedicato ai bambini tra i 2 e 4 anni, nasce in Olanda dalla fucina dell’Oorkaan Ensemble, che attraverso lo sposalizio di musica, acustica ed elettronica, e un uso ludico e creativo di immagini, luci e tecnologia riesce a trasportare il giovanissimo pubblico in un mondo astratto e magico. Non a caso, è risultato vincitore degli Young Audience Music Awards 2015 come “migliore produzione dell’anno” e “migliore piccolo ensemble”. Al Teatro Dal Verme, sabato 3 settembre, ore 11/16/17.30, posto unico 5 euro;

“Stand By me”, spettacolo pensato per bambini dai 6 anni in su: il Signum Saxophone Quartet, un quartetto di sassofoni proveniente da Colonia ma noto ormai in tutto il mondo per l’energia delle proprie interpretazioni, e la vj Letizia Renzini, che proietta su uno schermo immagini incredibili con le quali giocare, forniscono gli ingredienti per uno spettacolo davanti al quale è impossibile restare indifferenti. Al Teatro Dal Verme, domenica 4 settembre, ore 15. 30/17.30 – posto unico numerato 5 euro;

“Kromoritmos”, destinato ai bambini a partire dai 5 anni, ma di sicuro apprezzato anche da papà e mamme. Quattro percussionisti, Gabriel Benlolo, Aurelien Carsalade, Laurent Fraiche, Jérome Guicherd del Quatuor Beat, seri solo all’apparenza, per 50 minuti ci porteranno a passeggio tra musica classica, jazz, tango e folk con una raffinatezza e una varietà di colori davvero inusuali. In programma musiche di Nigel Westlake, Witold Lutosławski, Goran Bregović, Richard Galliano, Igor Lešnik, Astor Piazzolla e Leonard Bernstein. Allo Spazio Teatro 89, domenica 11 settembre, ore 15.30/ 17.30 – posto unico 5 euro;

“Divertimento”, dedicato ai bambini dai 3 agli 8 anni, è un omaggio alla musica di Stravinsky che evoca il mondo fiabesco e popolare. In questo spettacolo, appositamente creato per il Festival, un duo violino e pianoforte suona in scena, mentre lievi coreografie coinvolgono i bambini in un ascolto gioioso. Da un’idea di Luca Uslenghi su musiche di Igor Stravinsky, Danse russe da Petruška, Prélude et ronde des princesses, Berceuse, Scherzo da L’oiseau de feu, Duo concertant, e Gigue da Le baiser de la fée. Al Teatro Out Off, sabato 17 settembre, ore 15.30/17.30, posto unico numerato 5 euro;

“Butterfly”, una favola sentimentale, intensa e dolcissima, liberamente tratta dall’opera omonima di Giacomo Puccini, qui raccontata con un linguaggio nuovo. Grazie all’allestimento della compagnia Kinkaleri, anche i più giovani, dai 6 ai 10 anni, potranno scoprire come l’opera sa mettere in scena la passione. Al Teatro di Vetro, domenica 18 settembre, ore 15.30/17.30, posto unico numerato 5 euro.

Tutti gli appuntamenti di MITO dedicati all’infanzia sono realizzati con il contributo della XMITO Onlus.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone