Parma, gratuite perizie asseverate da allegare alle richieste di risarcimento danni da alluvione

Un grande aiuto a favore dei cittadini. Verrà dall’accordo tra Comune di Parma e Collegi e Ordini Professionali per la compilazione, in forma volontaristica, delle perizie asseverate da allegare alle richieste di risarcimento danni da alluvione.

Il Comune di Parma, con il coordinamento dell’assessorato all’urbanistica ed edilizia privata, si è fatto portavoce delle esigenze della popolazione danneggiata dall’alluvione del torrente Baganza, al fine di disporre un aiuto nella delicata fase di presentazione della richiesta di contributo, ottenendo, così, la disponibilità di professionisti nel compilare le perizie asseverate, in forma del tutto volontaristica, grazie al coinvolgimento e disponibilità degli Ordini e Collegi professionali.

Parma danni alluvione

“L’Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Alinovi – si è adoperata per fornire servizi adeguati ai cittadini che hanno necessità di compilare le domande di risarcimento danni a seguito della delibera del Consiglio dei Ministri e dell’ordinanza che definisce i criteri per la determinazione e concessione dei contributi. Per questo è stato attivato da ieri uno sportello dedicato in via Carmignani a servizio dei cittadini dei quartieri colpiti dall’alluvione a cui si aggiunge l’importate accordo stipulato tra Comune e Ordini professionali per redigere in forma volontaristica, quindi senza costi per i cittadini richiedenti, le perizie asseverate necessarie per i risarcimenti. I cittadini, quindi, potranno fare riferimento non solo al Comune ma anche ai vari Ordini professionali e Collegi che hanno aderito”. Alinovi ha ricordato che è cambiato l’indirizzo della casella di posta elettronica a cui fare rifermento, quella corretta è: alluvione.parma@pec.comune.parma.it

Il sindaco, Federico Pizzarotti, ha ringraziato gli Ordini professionali che hanno aderito e che “forniranno un aiuto importante in un momento delicato come quello della presentazione delle domande di risarcimento, che devono essere presentate entro il 29 settembre. Apprezzo molto la spinta degli Ordini e dei Collegi professionali che hanno deciso di fare squadra per il bene dell’intera città”.

Roberta Lecordetti, presidente del collegio dei Geometri, ha ringraziato l’Amministrazione ed ha sottolineato che la segreteria del Collegio sarà a disposizione e si occuperà della gestione delle richieste. “Per noi – ha concluso – è un atto dovuto verso i cittadini ed il Comune a fronte di quanto accaduto”.

Alessandro Tassi Carboni, presidente dell’ordine degli Architetti, ha parlato di “iniziativa rivolta ai cittadini. Vogliamo anche noi dare una mano attraverso l’opera dei nostri iscritti che hanno aderito e ci mettiamo a disposizione come i giovani che con slancio spalarono nei giorni dell’alluvione”.

Armando Fattori, presidente del collegio dei periti industriali, ha rimarcato come l’attività di gestione delle richieste sarà a cura della segreteria del collegio a cui i cittadini potranno rivolgersi.

Angelo Tedeschi, presidente dell’ordine degli ingegneri, ha ringraziato l’Amministrazione comunale per la sensibilità dimostrata. “Ci sembra doveroso farlo – ha concluso -, abbiamo aderito molto volentieri per dare un aiuto concreto alla nostra città. Faremo il possibile per dare in nostro fattivo contributo”.

Già in passato, a seguito all’esondazione del torrente Baganza, del 13 e 14 ottobre 2014, il Comune di Parma aveva proceduto ad una prima ricognizione dei danni subiti dalle civili abitazioni tramite la compilazione delle apposite schede predisposte dalla Regione Emilia Romagna (schede B), avvalendosi, già in quella circostanza, della collaborazione degli iscritti agli Ordini e Collegi professionali cittadini che offrirono la loro collaborazione in forma del tutto volontaristica, supportando i cittadini nella compilazione delle schede di ricognizione, anche tramite sopralluoghi e rilievi tecnici.

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016, (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 6 agosto 2016), sono state, definite le procedure per far fronte ai danni causati al patrimonio privato a seguito delle calamità naturali che si sono verificate nel Comune di Parma. Inoltre nell’Ordinanza 374 del 16/08/2016, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 194 del 20 Agosto 2016, sono stati definiti i criteri per la determinazione e la concessione dei contributi. L’Ordinanza 374 del 16/08/2016 prevede la presentazione della richiesta di contributo inderogabilmente entro il 29/09/2016 e la perizia asseverata da allegare (secondo il modello Allegato A2), corredata di relative fatture, è considerata elemento indispensabile per il riconoscimento del contributo.

Colleggio dei Geometri di Parma con sede via C. Rondani 7

Presso il Polo Sociale Montanara di via Carmignani, 7/a è attivo lo Sportello Informativo in cui verrà fornita assistenza tecnica per la compilazione delle domande e sarà aperto nei giorni ed orari di seguito riportati: martedì dalle 10.00 alle 13.00; mercoledì dalle 10.00 alle 13.00; giovedì dalle 13.30 alle 17.00; venerdì dalle 10.00 alle 13.00; sabato dalle 9.00 alle 12.00.

Sarà possibile chiedere informazioni per posta elettronica all’indirizzo info.alluvioneparma@comune.parma.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, gratuite perizie asseverate da allegare alle richieste di risarcimento danni da alluvione Parma, gratuite perizie asseverate da allegare alle richieste di risarcimento danni da alluvione ultima modifica: 2016-09-02T01:31:14+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento