Perché organizzare una vacanza in Sardegna

La Sardegna (Sardìgna o Sardìnnia in sardo, Sardhigna in sassarese, Saldigna in gallurese, Saldenya in algherese, Sardegna in tabarchino) è la seconda isola più estesa del mar Mediterraneo. La Sardegna, insieme con le isole e gli arcipelaghi che la circondano, copre inoltre l’intero territorio amministrativo di una regione italiana a statuto speciale, la cui denominazione completa ed ufficiale è Regione Autonoma della Sardegna/Regione Autònoma de Sardigna.

La principale motivazione per cui la Sardegna viene scelta ogni anno da milioni di turisti è sicuramente nel mare. Ma non è tutto, perché anche se leggermente diversi, ci sono tanti altri “mari” molto belli in Europa, a volte anche più economici da raggiungere. La Sardegna è una meta che attira turisti ogni anno ed in ogni periodo non solo in estate, perché offre un mix di aria di ferie, posti naturali incontaminati, strade bianche e luoghi che sono rimasti inalterati nel tempo. Sempre di più i turisti italiani e stranieri ricorrono al web per prenotare online un traghetto per la Sardegna in modo da effettuare il transfer dai principali porti italiani con la propria auto o camper ed avere quindi la libertà di muoversi autonomamente per vedere le bellezze dell’isola sarda.

In Sardegna è possibile fare diverse escursioni, a cavallo per le vie dei Nuraghi e qui non possiamo citare Gorropu, per vedere l’insediamento nuragico più grande del mondo; oppure perché no, noleggiando una barca a vela ed ammirare l’arcipelago della Maddalena, meta ambita dai diportisti per via delle bellezze naturali e delle acque incontaminate color smeraldo. Tra le isole di questo arcipelago le più importanti Maddalena, Caprera nota per aver ospitato Garibaldi durante l’esilio, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria, Razzoli, Spargi.

Molte persone volano al di là dell’Italia e dell’Europa con l’inconveniente di non trovarsi con la lingua e con il cibo, molto meglio una Vacanza in Sardegna dove la gastronomia Sarda offre una vasta scelta di pietanze da far venire l’acquolina in bocca. La cucina Sarda è varia e diversificata, spazia dalle carni arrostite, al pane, ai formaggi, ai vini, ai piatti di mare e di terra, sia di derivazione contadina che pastorale, di cacciagione, di pesca e di raccolta di erbe spontanee.

Nelle coste sulcitane si trovano alcune delle più antiche tonnare del Mediterraneo. La cucina risente dei forti influssi genovesi ed è fortemente basata sulla pesca del tonno rosso. Nella cucina tipica dell’oristanese e negli stagni di Cabras, ma anche a Bosa, sono molto apprezzate le anguille. Ad Alghero le aragoste sono molto pregiate e sono preparate alla maniera catalana. Verso Santa Teresa e l’arcipelago della Maddalena, le insalate di polpo sono una tipica specialità, mentre ad Olbia lo sono i piatti a base cozze, vongole veraci e arselle.

Organizzare una vacanza in Sardegna vuol dire soggiornare in Costa Smeralda, nel paradiso dei vip e sentirsi per almeno un giorno una persona molto importante. Ma vuol dire anche prendere una casa in affitto e staccare dalla vita di città e fare la vita da paese. Ecco perchè il miglior modo è quello di raggiungere l’isola sarda attraverso uno dei tanti traghetti dai principali porti italiani: una tratta sempre molto richiesta d’estate (soprattutto il mese di agosto) è quella dei traghetti da Civitavecchia ad Olbia, scelta dai tanti turisti del Lazio e dintorni per raggiungere l’isola sarda.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone