Gli scatti del cuore del maestro Barbieri nella mostra fotografica su Cattolica

“Incanto, con gli occhi del Cuore”  la nuova mostra fotografica del Progetto Amando Cattolica si svela al visitatore  nella storica Piazza I° Maggio sino al 31 dicembre

Ci sono immagini che ci permettono di andare ben al di là del solo aspetto esteriore. Scatti che riescono a fermare nel tempo un sentimento o una sensazione, ad immortalare una suggestione.

Il maestro della fotografia Henri Cartier-Bresson, che non a caso è stato definito come l’occhio del secolo, ha affermato che “Fotografare  è mettere sulla stessa linea (di fuoco) testa-occhi-cuore”.

Niente di più vero se parliamo delle immagini di Antonio Barbieri, originario di Cattolica, che grazie alla sopraffina maestria ha saputo catturare l’anima più recondita della sua città.

Gli scatti che lo hanno reso famoso ci permettono di provare sensazioni forti e lui, come un provetto direttore d’orchestra, è in grado di fondere con rara abilità prospettive e sensazioni, consentendoci di conoscere la Cattolica più suggestiva.

Le immagini della Regina dell’Adriatico sono parte integrante dell’ iniziativa fotografica dal titolo “Incanto, con gli occhi del Cuore”  la nuova mostra fotografica del Progetto Amando Cattolica, giunto alla VIII Edizione con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione  Emilia Romagna, della Provincia di Rimini, del Comune Città  di Cattolica.

La retrospettiva, che si svela al visitatore nella storica Piazza I° Maggio, è un susseguirsi delle

gigantografie più significative, amalgamate alla perfezione all’arredo urbano, che si srotola attorno alla Fontana delle Sirene, la struttura realizzata dallo scultore forlivese Giuseppe Canalini nel 1928 e autentico simbolo della Cattolica balneare.

La mostra consente di ammirare e conoscere più da vicino scorci ed angoli della città, aiutandoci ad osservarli da una prospettiva nuova e decisamente originale.

Il progetto dell’iniziativa fotografica parte proprio dall’idea di osservare luoghi e tradizioni da un’angolazione diversa, che non è quella turistica più classica.

Quella che non a torto viene definita come la ‘ricchezza della semplicità’, ci guida per mano alla scoperta di nuove armonie di colori e sensazioni, che svelano la sfaccettata personalità di Cattolica, catturata nei 20 pannelli, visibili sino al 31 dicembre.

La sensibilità dell’artista trasuda dalle opere. Il mare traspare attraverso nuances e ritagli di luce. Il tramonto si staglia all’orizzonte, riflettendo fantastici giochi luminosi, la sabbia si solleva realizzando disegni bizzarri che l’occhio dell’artista ha saputo fissare nel tempo, mentre i pescatori si prodigano e mani esperte si muovono sicure.

In dieci anni il progetto di Barbieri ha ottenuto importanti riconoscimenti, fra cui il prestigio del  Premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica nel 2009.

L’eco del successo è andato ben oltre il solo perimetro della città, della Regione e del nostro bel Paese, raggiungendo le biblioteche estere, fra cui spiccano The National Library of United Kingdom” London British Library, “The New York Public Library for the Performing Arts”, “Bibliotèque Nationale de Luxembourg Belgio”, “Bayerischen Staatsbibliothek Bavarian State Library München German”.

La prospettiva di conoscere una realtà come quella di Cattolica, invoglia il turista a sperimentare di persona la visita ai luoghi immortalati dal maestro Barbieri, scoprendo una città che è prima di tutto sinonimo di accoglienza. L’idea di passare anche una breve vacanza in città è corroborata dalle tante proposte. A partire dalle offerte hotel Cattolica ci permette di optare per le soluzioni di pernottamento più adeguate.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gli scatti del cuore del maestro Barbieri nella mostra fotografica su Cattolica Gli scatti del cuore del maestro Barbieri nella mostra fotografica su Cattolica ultima modifica: 2016-08-30T14:49:11+00:00 da Giulia Cipolloni
Condividi su:Share on Facebook82Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone