Mutuo Inpdap: Conviene per la Prima Casa?

Nel periodo storico attuale, con i prezzi delle case in continua discesa e con i tassi dei mutui a livelli bassissimi, acquistare la prima casa anziché andare in affitto diventa un investimento da cogliere al volo. Questo perchè le previsioni indicano che i valori degli immobili andranno a risalire nei prossimi anni: una ripresa dei prezzi che dovrebbe essere accompagnata da una parallela ripresa dei consumi e degli investimenti.

Acquisto prima casa: conviene stipulare un mutuo INPDAP?

Ecco dunque che l’attuale congiuntura economica nel campo immobiliare diventa ancora più appetibile da sfruttare se, come nel caso dei dipendenti pubblici e dei pensionati che hanno lavorato nel settore pubblico, si presentano occasioni di mutui INPDAP a tasso agevolato rispetto ai normali tassi di mercato.

Per chi appartiene alle suddete due categorie, acquistare una prima casa adesso con un mutuo INPDAP rappresenta quello che davvero potrebbe rivelarsi l’autentico affare di una vita.

Ma perché conviene finanziare l’acquisto di una prima casa con un mutuo INPDAP a tasso agevolato?

Tra le caratteristiche che contraddistinguono questa particolare forma di finanziamento, ci sono naturalmente dei limiti.

Non si possono ad esempio richiedere più di 300000 euro con il mutuo per acquisto di prima casa INPDAP, e solo alcune categorie di dipendenti pubblici possono usufruire dell’offerta (come i dipendenti della P.A. con contratto a tempo indeterminato).

image description

image description

Mutui INPDAP pensionati e dipendenti pubblici

Tuttavia il mutuo INPDAP per pensionati e dipendenti pubblici, oltre a un tasso più basso rispetto a quelli comunemente offerti dal mercato, permette anche di vedersi versata una cifra pari addirittura al 100% del valore dell’immobile (chiaramente a fronti di ulteriori e determinate garanzie).

A seconda delle esigenze di chi richiede il mutuo, la durata dello stesso può essere di 5, 10, 15, 20, 25 o 30 anni; inoltre oltre al limite massimo di 300000 euro per il mutuo convenzionato INPDAP possono essere erogati altri 5000 euro per il pagamento delle spese accessorie legate al contratto di acquisto della prima casa.

Mutui prima casa INPS (ex INPDAP)

Quella che dunque si presenta per i pensionati e i dipendenti del settore pubblico con il mutuo per prima casa INPS ex INPDAP è un’ottima occasione per finanziare quello che probabilmente è l’acquisto più importante che viene fatto durante una vita intera.

Tuttavia le case che possono essere acquistate tramite stipula di contratto di mutuo convenzionato con INPS e INPDAP non devono appartenere alla categoria delle case di lusso. Da ricordare anche il fatto che al mutuo in questione possono accedere solo i pensionati iscritti da almeno tre anni alla nuova istituzione dell’INPS che ha sostituito l’INPDAP, ossia l’organo della Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

Quest’ultimo riguarda un apposito fondo creato nel 1996 e teso a soddisfare le esigenze di coloro che, tra i pensionati e i dipendenti pubblici, vogliono accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa a tassi più vantaggiosi rispetto a quelli standard oppure un prestito più piccole per le esigenze più disparate.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mutuo Inpdap: Conviene per la Prima Casa? Mutuo Inpdap: Conviene per la Prima Casa? ultima modifica: 2016-08-25T16:26:23+00:00 da Massimo Fattoretto
Condividi su:Share on Facebook3Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento