Rodolfo Valentino Quasi un’autobiografia 2 a Castellaneta il 22 agosto 2016

Castellaneta. Secondo giorno di celebrazioni a Castellaneta per i 90 anni dalla morte di Rodolfo Valentino, nella città che gli diede i natali, dopo l’inaugurazione della mostra nazionale Rodolfo Valentino: la seduzione del mito ospitata al Museo Valentino (MUV), nell’ex convento di Santa Chiara.

Lunedì 22 agosto 2016, alle ore 20,00 nel Museo Rodolfo Valentino di Castellaneta, nell’ambito delle iniziative del 90° anniversario della morte del divo del cinema muto organizzate dalla Fondazione Rodolfo Valentino, la giornalista e scrittrice Emilia Costantini, lo storico Antonio Miredi e l’autore Antonio Ludovico presentano il libro “Rodolfo Valentino Quasi un’autobiografia 2”, dagli anni oscuri alla nascita di una stella 1914-1922”.

Antonio Ludovico, direttore del Centro studi della Fondazione Rodolfo Valentino, dopo aver pubblicato lo scorso anno il primo volume dedicato agli anni dell’infanzia e dell’adolescenza di Rodolfo Valentino, con questo testo, seconda parte di una trilogia, partendo sempre dalle testimonianze autobiografiche del divo cinematografico, in modo particolare “My life story”, pubblicata sulla rivista Photoplay nei primi mesi del 1923, ricostruisce la vita di Rodolfo Valentino partendo dal suo arrivo a New York, attraversando i momenti bui e l’ascesa nel mondo del cinema hollywoodiano e arrivando fino al 1922, anno di rottura con la casa cinematografica Paramount.

Anche in questo secondo volume Antonio Ludovico ha realizzato in maniera sistematica, rigorosa e approfondita una nuova quasi autobiografia di Rodolfo Valentino, che, in forma di schede narrative corredate di documenti e immagini d’epoca, riesce a restituire in modo immediato e interessante i vari aspetti della vita del primo divo del cinema, nato a Castellaneta.Rodolfo Valentino Quasi un'autobiografia 2 (manifesto_400)

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn2Email this to someone