Seravezza, per la morte di Fabio Maccheroni indagate 4 persone

La tragedia è avvenuta in una camera del B&B a Castelvetrano dove Fabio Maccheroni, 43 anni di Seravezza, è deceduto e il suo amico Alessio Menicucci, 36 anni di Cascina, è entrato in coma per una presunta inalazione di monossido, a quanto pare sprigionatosi dal panificio al piano terra dello stabile.

La Procura di Trapani ha iscritto 4 persone nel registro degli indagati

Gli indagati devono rispondere di omicidio colposo. Sono Benedetta Serafico, 52 anni, titolare della struttura ricettiva, i genitori Antonio Serafico di 92 anni e Tuzza Augugliaro di 76 anni, proprietari dell’intero immobile, nonché Bartolomeo Altese, gestore del forno.

Gas sprigionatisi dalla combustione del forno

Le indagini sono condotte dai Carabinieri ed i rilievi tecnici sono stati eseguiti dal Vigili del fuoco. A quanto riscontrato nella camera, al terzo piano del B&B, dove dormivano i due turisti toscani, si sarebbero infiltrati dei gas sprigionatisi dalla combustione del forno, probabilmente per un cattivo funzionamento dell’impianto.

Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone