Genova, il Ferragosto con la cultura per genovesi e turisti

Oltre 220 opere, nell’appartamento del doge, accompagnano il visitatore in un percorso che ricostruisce il gusto elegante, prezioso e sensuale della Belle Epoque, alle fotografie di Massimiliano Verdino, in Sala Liguria con la mostra TYPHòS, che hanno per tema principale i tifosi di calcio italiani.

Dalla mostra dedicata a Peggy Guggenheim, dal titolo La valigia dell’arte, che attraverso fotografie e video, traccia un racconto della biografia di una “signora dell’arte’, la cui vita di collezionista e mecenate è legata alle avanguardie di cui si rendeva ambasciatrice tra Stati Uniti ed Europa, ai Quaderni dal carcere di Antonio Gramsci che, raramente mostrati al pubblico, sono esposti nel salone del Minor Consiglio, collocati in apposite teche, dove il contenuto può essere visualizzato in alta risoluzione attraverso schermi touch screen.

“Come in un Flash back” – Fotografia italiana di sperimentazione 1960-2016, in mostra i lavori dei più grandi fotografi italiani degli ultimi 50 anni: da Mario Giacomelli agli anni 2000 attraverso le fotografie di Nino Migliori, Mario de Biasi, Ugo Mulas, Gabriele Basilico, Fulvio Roiter, Luigi Ghirri, Oliviero Toscani e molti altri.

Arte contemporanea

Con “L’ultimo spenga la luce”, nel Salone del Maggior Consiglio, si fa un tuffo nell’arte contemporanea dei Bassorilievi e installazioni di Maurizio Nazzaretto di cui la mostra, curata da Sandra Solimano, presenta una ventina di opere tra bassorilievi in legno di grandi dimensioni ( 2 x 3m.) e installazioni ambientali, che propongono una metafora ironica e disincantata della condizione umana.

Nella sala del Munizioniere, Visioni per Genova Progetti di grandi architetti, mostra promossa dall’associazione culturale Artrè Bruna Solinas, è un viaggio attraverso i progetti per la città di Genova che si sono avvicendati nel tempo, seguendo percorsi e formulando ipotesi differenti, talvolta addirittura opposte. A cura di Luca Sturolo e Alba Guerrera.

L’offerta di Palazzo Ducale

Nella giornata di Ferragosto Palazzo Ducale offre anche l’occasione per visitare, ad accesso gratuito, le carceri storiche e la Torre Grimaldina, da cui si può godere una straordinaria vista panoramica di tutta la città.

Alle 22 nel Cortile Maggiore, l’ultimo concerto del ciclo I Notturni en plein air con Alessandro Commellato chiuderà il ciclo con alcuni brani di Ludwing van Beethoven, Franz Schubert e Aleksandr Skrjabin.

Anche lunedì 15 agosto i Musei di Genova saranno aperti per offrire a turisti e genovesi un lungo fine settimana di arte e cultura. Questi gli orari delle aperture: Musei di Strada Nuova 10-19; Museo di Sant’Agostino 10-19; Casa di Colombo 11-18; Torri di Porta Soprana 11.30-18.30; Museo di Storia Naturale 10-18; Castello D’Albertis 10-19; Galata Museo del Mare 10-19.30; Museo della Lanterna 14.30-18.30; Loggia di Banchi, dove è in corso la mostra dedicata a Gilberto Govi, 14-18.

Aperture straordinarie anche per: Museo di Palazzo Reale: ore 13.30-19; Museo della Lanterna: ore 14.30-18.30 (con biglietto per il museo e la Lanterna e ingresso gratuito per il parco); Mostra Body Worlds (Magazzini del Cotone, Porto Antico): ore 10–20; Museo Luzzati: ore 10-18

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone