Ventimiglia, Gabrielli: “addebitare ai No Border la morte del nostro collega credo sia poco serio”

“Non abbiamo rabbia nei confronti di nessuno”. A sostenerlo il Capo della Polizia Franco Gabrielli commentando i fatti legati alla morte dell’assistente capo Diego Turra, avvenuta sabato scorso mentre si apprestava a partecipare a un servizio di contenimento dei No Border a Ventimiglia.

Gabrielli: “queste manifestazioni non aiutano chi deve garantire la sicurezza”

“Mi rendo conto che i No Border non sono il Daesh, per fortuna – ha precisato Gabrielli – ma in un momento delicato queste manifestazioni non aiutano chi deve garantire la sicurezza. E’ ovvio che queste persone, molto spesso professionisti dell’agitazione hanno poco a che vedere con i drammi di coloro che dicono di rappresentare. Anzi, credo che siano più una complicazione alla vita di questi poveri disgraziati e noi gestiremo la situazione come è giusto che avvenga, secondo il codice penale”.

Franco Gabrielli ha aggiunto che “per alleggerire la tensione a Ventimiglia dobbiamo portare i migranti altrove”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ventimiglia, Gabrielli: “addebitare ai No Border la morte del nostro collega credo sia poco serio” Ventimiglia, Gabrielli: “addebitare ai No Border la morte del nostro collega credo sia poco serio” ultima modifica: 2016-08-08T18:44:35+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone