Napoli, trans vittima di discriminazioni all’ospedale San Giovanni Bosco

La notizia è stata diffusa dall’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Daniela Villani. “La donna – denuncia l’esponente della giunta De Magistris – è stata offesa e umiliata dal personale paramedico del San Giovanni Bosco di Napoli a cui si era rivolta per problemi cardiaci”. La vittima di discriminazioni è una transessuale iscritta all’Associazione trans italiana, registrata come donna all’anagrafe.

La donna ha scelto di rinunciare alle cure

“La signora Nunzia – aggiunge l’assessore Villani – per non sostenere l’attacco gratuito e inaccettabile ha deciso di rinunciare alle cure, ed è andata via”.

“L’Amministrazione comunale di Napoli è da sempre in prima fila sui diritti civili e contro le discriminazioni, per l’inclusione e il rispetto alle diversità”. L’assessore si è scusata con la signora Nunzia “a nome della città. Siamo al suo fianco”.La Villani ha invitato la signora Nunzia a contattare l’assessorato.

Si attende la versione dei fatti da parte della struttura ospedaliera atteso che l’eventuale comportamento di alcuni non può inficiare l’operato di un’intero ospedale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, trans vittima di discriminazioni all’ospedale San Giovanni Bosco Napoli, trans vittima di discriminazioni all’ospedale San Giovanni Bosco ultima modifica: 2016-07-30T15:06:33+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento