Tokyo, la Boj riduce le stime di crescita per l’anno fiscale 2016 all’1% dal +1,2%

Intervento della Banca del Giappone. La Boj ha dato notizia di un’espansione della propria politica monetaria attraverso un raddoppio dell’acquisto di fondi comuni sul mercato per un valore di 6 mila miliardi di yen, pari a 52 miliardi di euro, su base annuale. Si tratta di un massiccio intervento per sostenere l’economia del Sol Levante.

Stime di crescita al ribasso

Il direttore Haruhiko Kuroda ha annunciato la riduzione delle stime di crescita per l’anno fiscale 2016 all’1% dal +1,2%. La Boj ha lasciato invariate le stime sull’inflazione per l’anno fiscale 2017 all’1,7%.

La strada di Tokyo verso la completa ripresa economica è ancora in salita ma i giapponesi hanno sempre dimostrato di essere competitivi sul mercato internazionale soprattutto sul fronte dell’innovazione. Il sostegno della Banca del Giappone dovrebbe giovare all’economia nipponica. I primi risultati si potrebbero vedere già nel prossimo trimestre e comunque entro la conclusione dell’anno.

In questa stessa direzione si muove il Governo che è impegnato in maniera massiccia a rilanciare il Giappone.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone