San Miniato, Giovanni Cialdini rovescia sul governatore Enrico Rossi un secchio di letame

Attimi di paura alla Festa dell’Unità di San Miniato in provincia di Pisa dove un imprenditore ha rovesciato addosso al Governatore toscano Enrico Rossi un secchio di letame. Enrico Rossi era intervenuto a un dibattito. Protagonista del gesto, Giovanni Cialdini, un imprenditore della macellazione, che protestava contro una norma regionale che impone un limite al numero degli animali da macellare.

Il libro “Rivoluzione socialista”

Il Governatore si trovava alla festa dell’Unità per presentare il suo libro “Rivoluzione socialista”. L’uomo si è avvicinato, ha aggredito il governatore spingendolo a terra e gli ha rovesciato addosso il secchio di letame. Rossi ha reagito e l’uomo ha tentato di allontanarsi ma è stato riconosciuto e bloccato dalle forze dell’ordine. Il Presidente non ha desistito. Si è lavato e cambiato e la presentazione del libro è ripresa.

San Miniato palco con letameLa telefonata di Matteo Renzi

Poco dopo è giunta la telefonata di solidarietà da parte del presidente del consiglio Matteo Renzi. A seguire quella di molti dirigenti del Pd a cominciare dal consigliere regionale Antonio Mazzeo che su Facebook ha pubblicato la foto del palco imbrattato e ha scritto di un’aggressione “vergognosa e inaccettabile. E’ un atto gravissimo”.

9 su 10 da parte di 34 recensori San Miniato, Giovanni Cialdini rovescia sul governatore Enrico Rossi un secchio di letame San Miniato, Giovanni Cialdini rovescia sul governatore Enrico Rossi un secchio di letame ultima modifica: 2016-07-29T04:02:46+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento