Gioia Tauro, droga in un container che trasportava legname, proveniente da Arica e destinato a Ploce

Nuovo maxi sequestro di stupefacenti nello scalo portuale calabrese. La cocaina sequestrata era suddivisa in 55 panetti. La droga avrebbe fruttato al dettaglio oltre 12 milioni di euro.

Droga scoperta da Fiamme Gialle e Dogane

La Guardia di Finanza di Reggio Calabria e funzionari dell’Agenzia delle Dogane, con il coordinamento della Procura della Repubblica-Dda, hanno individuato e sequestrato un altro ingente carico di cocaina purissima nel porto di Gioia Tauro. La droga era all’interno di 2 borsoni occultati in un container che trasportava legname, proveniente da Arica in Cile e destinato a Ploce in Croazia.

Si conferma fondamentale l’operazione di contrasto delle Forze dell’Ordine contro i numerosi traffici illeciti che vengono effettuati nel porto di Gioia Tauro. Frequenti ed ingenti i sequestri di droga occultati nei container che transitano nello scalo. Altrettanto frequenti i sequestri di merce contraffatta. Su Gioia Tauro si concentrano, infatti, ingenti interessi economici da parte della malavita organizzata.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone