San Severo, malese di 34 anni ucciso nel corso di un litigio

La discussione, degenerata in tragedia, è avvenuta all’interno del “Gran Ghetto”, il campo di baracche che si trova nelle campagne tra San Severo e Rignano Garganico e che ospita attualmente all’incirca 2000 braccianti stagionali.

Il malese di 34 anni, secondo quanto ricostruito dai militari del Comando provinciale di Foggia, avrebbe avuto un acceso diverbio con un ivoriano, anche lui ospite della baraccopoli. Si sono affrontati con i coltelli e il malese sarebbe stato colpito più volte all’addome dai fendenti dell’ivoriano. Trasportato presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, le condizioni del malese sono apparse subito molto gravi e a nulla sono valsi i tentativi dei sanitari di strapparlo alla morte. Il trentenne è deceduto.

L’ivoriano, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti, è ora ricoverato all’ospedale Masselli Mascia di San Severo per ferite lievi e lesioni. All’immigrato spetterà chiarire la sua posizione per stabilire l’esatto capo di imputazione a cui dovrà rispondere.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone