Milano, prende vita il Comitato per la legalità, la trasparenza e l’efficienza amministrativa

Era uno dei primi obiettivi dell’Amministrazione Sala. E ora si realizza. E’ nato il comitato per la legalità presieduto dall’ex magistrato Gherardo Colombo. Il Comitato avrà sede in piazza Duomo 19 – dove si svolgeranno riunioni, audizioni e le altre attività previste – e comunicherà tramite un indirizzo dedicato di posta elettronica.

L’impegno riguarda le azioni di contrasto alle mafie, alla corruzione, a ogni forma di affarismo e alle distorsioni burocratiche, nonché la promozione di un’economia sana, da realizzare attraverso soluzioni corrette, trasparenti, eque ed efficienti a livello amministrativo.

Nel corso del mandato 2016-2021, il comitato svolgerà i seguenti compiti:
studio, approfondimento e promozione di azioni, verifiche e controlli sulla tematica della legalità;
studio, proposizione e attuazione di azioni per il migliore adeguamento alla normativa sulla trasparenza;
costante sviluppo dei presidi rivolti a garantire la conoscibilità da parte della cittadinanza dei processi decisionali pubblici;
studio e approfondimento sulla tematica dell’efficienza amministrativa, con verifica della conformità delle procedure interne rispetto alla normativa vigente.
Il comitato, inoltre, potrà ricorrere a facoltà istruttorie e di accesso; informerà la cittadinanza e comunicherà al Sindaco ed, eventualmente, al Consiglio comunale le attività svolte e i risultati ottenuti, tramite relazioni periodiche e altri strumenti ritenuti idonei.

Costituito all’interno del Gabinetto del Sindaco, il comitato indipendente che sarà composto da esperti di notoria professionalità:
Gherardo Colombo – per l’esperienza come magistrato, consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sul terrorismo e le stragi in Italia, autore di numerosi articoli e testi di carattere tecnico-giuridico. Sarà presidente e coordinatore del comitato;
Maria Teresa Brassiolo – per l’esperienza come co-fondatrice e già Presidente di “Transparency international Italia”, coordinatrice di numerosi progetti nazionali ed internazionali per promuovere la legalità ed eliminare la corruzione all’interno del settore pubblico e privato;
Federico Maurizio d’Andrea – per l’esperienza come ufficiale della Guardia di Finanza e, in seguito, in materia di internal control governance in primari gruppi aziendali;
Stefano Nespor – per l’esperienza come avvocato specializzato in diritto dell’ambiente, diritto amministrativo, diritto del lavoro, giornalista pubblicista, nonché quale relatore di numerosi convegni nazionali e internazionali in ambito di diritto ambientale.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone