Monaco di Baviera, Alì Sonboly “non aveva alcun rapporto con l’Isis”

Nessun attacco del Califfato. Il diciottenne tedesco di origini iraniane, autore dell’attacco a Monaco, avrebbe agito autonomamente. A precisarlo la polizia bavarese nel corso di una conferenza stampa.

Hubertus Andrae ha spiegato che Alì Sonboly “nel 2012 era stato ricoverato ed era stato sottoposto a un trattamento psichiatrico dopo fenomeni di disturbo maniacale”.

Sarebbe quindi il gesto isolato di un “folle”. Il capo della polizia conferma che il ragazzo “ha agito solo, non aveva complici e a casa sua non è stato trovato materiale legato allo Stato islamico”. Viene meno quindi la pista dell’Isis. Rimane la tragedia delle vite umane spezzate n tranquillo pomeriggio al centro commerciale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Monaco di Baviera, Alì Sonboly “non aveva alcun rapporto con l’Isis” Monaco di Baviera, Alì Sonboly “non aveva alcun rapporto con l’Isis” ultima modifica: 2016-07-23T12:29:37+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone