Berlusconi approva, il rilancio di Forza Italia passerà attraverso Stefano Parisi

Stefano ParisiSilvio Berlusconi sembra rompere gli indugi. La sua malattia e l’obbligo di mettere da parte l’impegno politico, l’avrebbe indotto a stringere i tempi per il rilancio di Forza Italia. Gli azzurri punteranno su Stefano Parisi. Per il momento non si parla ufficialmente di “successore” ma Fi passa di fatto in mano al manager prestato alla politica.

Stefano Parisi, nella lotta all’ultimo voto per la poltrona di sindaco di Milano, si è accreditato come uomo nuovo. “Nel corso della riunione di oggi – recita una nota – il presidente Silvio Berlusconi ha posto con forza la necessità di rilanciare l’azione politica di Forza Italia, per riannodare i fili del dialogo con quel popolo di centrodestra che continua a essere maggioranza nel Paese. I partecipanti all’incontro hanno condiviso l’intento del presidente Berlusconi di rafforzare l’organizzazione del partito e di rilanciare l’iniziativa politica, a cominciare dal referendum di ottobre per garantire una netta affermazione del ‘no’. Tutto questo anche attraverso l’apertura al contributo di chi intende condividere questo percorso politico a cominciare dai protagonisti delle recenti elezioni amministrative come Stefano Parisi”.

“Non voglio prendere il posto di Berlusconi, solo dare una mano”. Si è affrettato a precisare il city manager. Anche se i giochi sembrano fatti. Angelino Alfano, in un’intervista, conferma stima per Stefano Parisi e apre al dialogo con un centrodestra non a trazione leghista.

L’ipotesi Stefano Parisi, “uomo del fare”, piace ai figli dell’ex Cavaliere, a partire da Marina, che spingono il padre a un più deciso passo indietro dalle fatiche della politica.

9 su 10 da parte di 34 recensori Berlusconi approva, il rilancio di Forza Italia passerà attraverso Stefano Parisi Berlusconi approva, il rilancio di Forza Italia passerà attraverso Stefano Parisi ultima modifica: 2016-07-22T20:22:37+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone