Milano, le mani di Cosa Nostra sarebbero arrivate anche a 4 padiglioni dell’Expo

I Finanzieri di Milano hanno eseguito 11 misure di custodia cautelare nell’ambito di un’indagine su presunte infiltrazioni della mafia negli appalti dell’Ente Fiera di Milano e di Expo 2015. Le accuse per gli arrestati sono, a vario titolo, associazione per delinquere, riciclaggio e frode fiscale.

In base alle indagini, coordinate dal procuratore aggiunto, Ilda Boccassini, e dai pm Paolo Storari e Sara Umbra, le mani di Cosa Nostra sarebbero arrivate anche a 4 padiglioni nell’esposizione universale: quelli di Francia, Kuwait, Guinea Equatoriale e dello sponsor Birra Poretti.

La Guardia di Finanza ha eseguito anche un sequestro preventivo di diversi milioni di euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, le mani di Cosa Nostra sarebbero arrivate anche a 4 padiglioni dell’Expo Milano, le mani di Cosa Nostra sarebbero arrivate anche a 4 padiglioni dell’Expo ultima modifica: 2016-07-06T09:02:28+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone