Messina, demanio regionale “in saldo” 6 misure cautelari

Devono rispondere dell’accusa di aver venduto un vasto appezzamento di terreno di proprietà della Regione siciliana, situato a Furnari, per meno di 4 mila euro a fronte di un valore stimato molto più alto.

Sei le misure cautelari eseguite dai Carabinieri di Messina. Tra i quattro posti agli arresti domiciliari, un architetto del Genio Civile di Messina. Due funzionari del Dipartimento Bilancio e Tesoro della Regione sono stati sospesi per 6 mesi dall’esercizio dei pubblici uffici.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone