Milano, aperte le iscrizioni per il recupero di anni scolastici rivolti a operatori socio-sanitari, tecnici turistici, geometri e ragionieri

Sono aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2016-2017 per frequentare i corsi per il recupero di anni scolastici del CIA, il Centro di istruzione per l’adulto e l’adolescente del Comune di Milano che ha sede presso il civico polo scolastico ‘Alessandro Manzoni’, in via Deledda 11 (MM Loreto).

I corsi offrono un’opportunità scolastica concreta e a basso costo per contrastare l’abbandono scolastico e completare gli studi, si rivolgono soprattutto alle fasce più deboli e favoriscono l’integrazione sociale. I corsi di recupero scolastico offerti dal Comune di Milano, che accolgono con progetti specifici i ragazzi minorenni (dai 16 anni) al mattino e gli adulti lavoratori alla sera, terminano con esami esterni.

Le iscrizioni si chiuderanno a metà settembre.

Quest’anno sono stati 560 gli iscritti che hanno frequentato i corsi diurni e serali del Comune per diventare geometri, ragionieri, operatori socio-sanitari, tecnici del settore turistico, informatici con specializzazione in telecomunicazioni.

I corsi diurni offrono l’opportunità di preparare due anni in uno (I-II superiore Servizi Socio Sanitari e Amministrazione Finanza Marketing) a ragazzi con difficoltà scolastiche ad un costo sostenibile (284 euro all’anno) e di gran lunga inferiore alle tariffe delle scuole private.

Alla stessa cifra e con le stesse modalità anche i corsi serali per adulti che desiderano migliorare la propria posizione lavorativa frequentando la scuola (indirizzi Amministrazione finanza e marketing, Turismo, Costruzione ambiente e territorio, Informatica e telecomunicazioni).

Per i corsi diurni (dalle ore 8 alle 14:10) ai ragazzi è offerto, tra gli altri, il servizio di counseling scolastico (l’educatore scolastico di classe), l’utilizzo di laboratori e strumenti multimediali, l’uso della biblioteca e della mediateca, le uscite didattiche.

Per i corsi serali (dalle ore 17:30 alle 22:35) è previsto il sostegno didattico individuale, l’utilizzo di laboratori e strumenti multimediali, lo sportello orientamento, lo studio assistito, l’ascolto individuale, il tutoraggio per i tirocini, l’educatore scolastico di sede, materiali on-line per lo studio a distanza, le uscite didattiche, l’uso della biblioteca e della mediateca.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone