Tripoli, Kobler: “20 milioni di armi alimentano il conflitto e queste spedizioni devono finire”

E’ la denuncia fatta al Consiglio di Sicurezza dall’inviato dell’ Onu, Kobler secondo il quale, le uniche armi che devono entrare in Libia, sono quelle destinate alle forze regolari, dietro approvazione del Comitato Sanzioni del Consiglio di Sicurezza Onu.

Sono, aggiunge Kobler, oltre 6 mila le famiglie partite dalle loro case di Sirte per sfuggire agli scontri contro l’Is e alla durezza della vita sotto il regime dello Stato islamico.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone